Lindsay Lohan rischia il carcere per aver mentito alla polizia

Los Angeles – Lindsay Lohan potrebbe vedersi revocata la libertà vigilata con il forte rischio di imbattersi in pene più severe. L’attrice 26enne è ora accusata di aver mentito alla polizia in merito a un incidente con un camion avvenuto lo scorso giugno sulla Pacific coast highway.

L’attrice avrebbe detto agli agenti di non essere stata alla guida dell’auto al momento dello scontro e che al volante invece si trovava la sua assistente. Alcune fonti hanno riferito al sito Tmz che il procuratore di Santa Monica sarebbe pronto ad avviare un procedimento legale contro la Lohan accusandola formalmente. Se il giudice revocherà la libertà vigilata, si aprirà un’udienza sulla violazione e, secondo le fonti, l’attrice potrebbe affrontare “un significativo periodo di galera” per aver mentito alla polizia.

Lindsay è in libertà vigilata dopo essere stata dichiarata colpevole di aver rubato una collana nel luglio 2011 per cui è stata condannata a 120 giorni di carcere e 480 ore di servizi sociali. Su consiglio del suo team per le pubbliche relazioni, Lindsay ha annullato un’intervista con Barbara Walters, questo perché nelle ultime interviste tv ha accusato la madre di far uso di cocaina.

La cancellazione delle interviste entra in contrasto con l’attuale promozione del film tv ‘Liz & Dick’. Amici vicini alla star hanno detto che lei si sente “terrorizzata” all’idea di vedersi revocare la libertà vigilata adesso che sta cercando di rimettere ordine alla sua vita.

Potrebbero interessarti anche...