Emma Watson, da Harry Potter a musa di Sofia Coppola

Emma Watson, da Harry Potter a musa di Sofia Coppola

CANNES – Da paladina, anche un po’ saccente e antipatica di Harry Potter, a musa di Sofia Coppola: così Emma Watson ha completato la sua metamorfosi da bruco a farfalla. Dalla Croisette di Cannes Emma fa sapere di essere orgogliosa della sua interpretazione nella saga di Harry Potter, ma di essere ora anche molto felice di poter spaziare in altri ruoli.

Dal festival, Emma ha spiegato di non fuggire da quella parte sul set che l’ha resa famosa, ma ammette che lavorare con Sofia Coppola in “The bling ring” è stata un’esperienza nuova e particolarmente stimolante per lei. Per la prima volta l’attrice ha potuto improvvisare senza dover seguire alla lettera le battute, come invece avveniva in Harry Potter dove Emma doveva confrontarsi sempre con il testo scritto del romanzo.

La regista, dal proprio canto, è rimasta molto colpita dalle capacità recitative di Emma e dalla sua duttilità nell’interpretare ruoli completamente diversi. L’attrice 23enne è  la protagonista della copertina del numero di giugno-luglio del magazine W. Peccato che sulla copertina Emma, sotto una rigorosa giacchetta grigia porti un girocollo mozzafiato, e sotto? Niente. O meglio un paio di velatissime autoreggenti bianche.

Potrebbero interessarti anche...