Selena Gomez, amica Francia Raisa sul trapianto: “E’ stato…

Selena Gomez, amica Francia Raisa sul trapianto: "E' stato...

Selena Gomez: l’amica Francia Raisa parla del trapianto cui si è sottoposta per donare un rene alla cantante texana. Intervistata da Harry Connick Jr., Francia ha spiegato che non si è potuta muovere per due mesi dopo l’intervento, mentre Selena è stata in grado di alzarsi immediatamente.”Non ho potuto fare nulla di attivo” ha detto Raisa. “Tutto quello che potevo fare era camminare. È stato molto difficile per me e ho un cane. Ogni giorno non vedevo l’ora di bere il mio caffè e camminare, e non potevo farlo. E ‘stato davvero, davvero difficile”. La star californiana ha spiegato che l’intervento chirurgico è “più duro per il donatore perché “perde qualcosa che il nostro corpo non ha bisogno di perdere”.

Francia Raisa e Selena Gomez sono diventate sempre più amiche, al punto di considerarsi come parti della stessa famiglia. Francia ha dichiarato che lei e la star di Bad Liar hanno eseguito la procedura nel giugno del 2017, ma hanno preferito aspettare l’autunno per renderlo noto.

“Volevamo quella privacy” ha detto Raisa. “È stato un grosso intervento chirurgico. Era dispiaciuta perché ho fatto anche io l’intervento, perché siamo amici, non ero la sua famiglia o niente – beh, ora lo sono – ha il mio sangue”.

Selena Gomez si è dovuta sottoporre a trapianto a causa del lupus, una malattia autoimmune che può colpire numerosi organi e apparati dell’organismo, tra cui le articolazioni, la pelle, i reni, il cuore, i polmoni, i vasi sanguigni e anche il cervello.

“Ho scoperto che avevo bisogno di un trapianto di rene a causa del lupus e ora sono in fase di guarigione. Andava fatto per la mia salute” – aveva detto la cantante a settembre. Poi il ringraziamento all’amica, “Non ci sono parole per descrivere come poter ringraziare la mia bella amica Francia Raisa, mi ha fatto il dono più grande e anche sacrificio dandomi il suo rene. Ti voglio un mondo di bene sorella”.

Selena Gomez, amica Francia Raisa sul trapianto: "E' stato...

Potrebbero interessarti anche...