Sanremo 2015, riassunto terza puntata

Sanremo 2015, riassunto terza puntata

13 Febbraio 2015 - di Silvia

SANREMO – Sanremo 2015, riassunto terza puntata. La notte delle cover, reinterpretate dai Big in gara: vince Nek. Ospiti Luca e Paolo, Vittoria Puccini, Spandau Ballet, Massimo Ferrero, i Saint Motel. (Qui tutte le scelte delle cover). Gli ascolti restano al top. La terza serata ha ottenuto in media 10 milioni 586 mila spettatori pari al 49.50% di share.

CARLO CONTI – Il padrone di casa non delude, forte della conferma del successo degli ascolti, dopo le vette di share toccate nelle prime due serate del Festival, appare calmo e sciolto. Più ironico del solito. Ha sempre la situazione sotto mano. E poi i cantanti in gara tifano per lui: alcuni big intervistati prima della competizione martedì sera non hanno avuto dubbi nel definirlo “Un esperto di musica, uno onesto, che lo fa perché ama la canzone”.

LE VALLETTE – Chi sono: Arisa, Emma Marrone, Rocio Munoz Morales. Una voce corre in sala stampa, nel vedere Carlo Conti presentarsi solo al collegamento serale con il TG1: “Arisa non ci sarà“. Ma alla fine si presenta all’Ariston, falso allarme, ha avuto qualche problema con il ginocchio, ma niente di invalidante. Già in conferenza stampa comunque non appare in formissima. “Ho le cose mie”, spiega lasciando tutti di stucco. Per quanto riguarda i look, Emma sceglie un abito color oro, corto, che scatena ironia in rete (“Sembra la gemellina di Shining), Rocio, elegantissima, un lungo abito grigio scuro paillettato firmato Roberto Cavalli, poi ancora uno rosso, sempre dello stesso stilista. Arisa è total black. Dopo essere stata criticata continuamente per i suoi outfit, si mette l’animo in pace e opta per il colore meno vistoso che ci sia.

I CANTANTINek con “Se telefonando“, brano di Mina pubblicato nel 1966, vince la serata delle Cover. Il premio è una nuova specie di fiore, un garofano, ribattezzato per l’occasione ‘Cover’. La classifica finale: 1) Nek con ‘Se telefonando’. 2) Il volo con ‘Ancora’. 3) Marco Masini con ‘Sarà per te’. 4) Moreno con la versione rap di ‘Una carezza in un pugno’. 5) I Dear Jack con ‘Io che amo solo te’. Caccamo passa il turno tra le Nuove ProposteGiovanni Caccamo con il brano “Ritornerò da te”. Battuta Serena Brancale con “Galleggiare”. Anche Amara passa il turno tra le Nuove proposte con il brano “Credo”. Battuta Rakele con “Io non lo so cos’è l’amore”. Amara e Caccamo torneranno sul palco dell’Ariston venerdì per le semifinali.

GLI OSPITI – Dalla bellissima Vittoria Puccini, che promuove la miniserie “L’Oriana”, prossimamente andrà in onda su Rai1 (16 e 17 febbraio) ai comici Luca e Paolo, che riscuotono il successo del pubblico, “Fanno ridere”. E già è tanto visti i tempi che corrono. Iniziano con un brano parodia sulla moda di ricordare gli scomparsi eccellenti in tv, da Lucio Dalla a Pino Daniele, e poi battute a raffica, un’allusione a Renzi giocando sull’equivoco ‘geografico’ con il conduttore Carlo Conti (“prendi uno di Firenze, lo metti in tv a dire cazzate e ci credono tutti”), su Mattarella che ha “più verve” di Conti. “Quando un grande artista passa a miglior vita – cantano le ex Iene – sei distrutto perché non te l’aspetti, ma in televisione cominciano gli omaggi: tg, Vita in diretta e poi Giletti. E pure qui a Sanremo si canta il carrozzone, si riesuma la salma ogni due ore, commemora anche Fazio, officia Gramellini, però solo se il morto è un cantautore. E per il funerale è pronta la diretta, con il commento del telecronista e la moglie che fa l’intervista: c’è sempre una grande donna dietro un grande artista”. Sul palco dell’Ariston anche gli Spandau Ballet, band cult degli anni 80, 25 milioni di dischi venduti nel mondo e 23 singoli in hit parade. Si tratta di un ritorno per il gruppo, sullo steso palco nel 1986 quando presentarono in anteprima il pezzo Fight for Ourselves e Stripped. Ma c’è spazio anche per la musica contemporanea con i Saint Motel, gruppo musicale progressive pop statunitense. Ciliegina sulla torta: l’arrivo di Massimo Ferrero, il presidente della Sampdoria, che porta in regalo a Carlo la maglietta della Sampdoria personalizzata col numero ’10’ ed il nome ‘Conti uguale TV’. Poi, Carlo chiede e Massimo quale è la sua canzone del cuore, ed è ‘Vita spericolata’ di Vasco Rossi e la canticchia pure!

IL COLLEGAMNETO CON SAMANTHA CRISTOFORETTI – O meglio il falso collegamento in diretta con Samantha Cristoforetti. Sembra infatti che il video sia stato caricato dalla NASA ben 4 ore prima dell’inizio del Festival. Carlo Conti evita di fare presente questo particolare e tutti credono alla prima tesi: “Sanremo in diretta con lo spazio”. (FOTO LA PRESSE).