Rihanna e Eminem in tour insieme da agosto

Rihanna: “Ero in bancarotta per colpa del commercialista”

14 Febbraio 2014 - di Claudia Montanari

NEW YORK – Nel 2009 Rihanna ha rischiato la bancarotta.



Anche una pop star di fama mondiale come Rihanna può rischiare di perdere tutto se non si presta attenzione alle proprie entrate e uscite finanziarie. Secondo quanto riportato da TMZ, Rihanna nel 2009 è stata portata dal commercialista sull’orlo del fallimento.

In quell’anno il patrimonio di Rihanna si aggirava intorno agli 11 milioni di dollari e oltre 9 milioni di dollari sarebbero usciti dal suo conto corrente per spese inutili e investimenti sbagliati senza che la cantante ne fosse a conoscenza. Insomma, a fine 2009 Riri era rimasta con “solo” 2 milioni di dollari. Tra le uscite ingenti sono comparse l’acquisto di una villa da 7 milioni di dollari, rivenduta poi con una perdita di 2 milioni, e le spese enormi e sbagliate del tour “Last Girl On Earth Tour”.

La cantante ha fatto causa all’ex commercialista colpevole, a suo dire, di non averla messa a conoscenza della situazione finanziaria.

Dal canto suo, l’ex commercialista si è difeso dichiarando che Rihanna era perfettamente consapevole della condizione economica e dei suoi movimenti bancari. L’uomo ha anche presentato ai giudici una serie di carte firmate dalla cantante, in cui lo autorizzava a procedere con i pagamenti.

Insomma, nel 2009 Rihanna ha seriamente rischiato di andare in bancarotta. In seguito, però, si è rifatta abbondantemente tanto che, ad oggi, il suo patrimonio si aggira intorno ai 43 milioni di dollari.

Tags