Categorie
celebrity

Meghan Markle, pantaloni da 249 euro firmati Anine Bing

Meghan Markle ha sfoggiato uno dei suoi ultimi look impeccabili e in perfetto stile californiano.

L’ex attrice ha incontrato la femminista e attivista 86enne Gloria Steinem, una delle personalità più importanti dei movimenti per la liberazione della donna negli anni Sessanta e Settanta.

Per questa occasione speciale la Duchessa del Sussex ha indossato dei pantaloni a righe larghi firmati Anine Bing.

Si tratta del modello Ryan, in vendita a 249 euro e così descritto sul sito della stilista:

“Un pantalone per tutti i giorni realizzato in 100% viscosa, leggero, comodo e traspirante”.

“Questo paio gessato crema e nero presenta una silhouette dritta che è rilassata grazie all’ampia apertura della gamba”.

Abbinata ai pantaloni Meghan ha indossato una semplice maglia bianca e dei sandali neri con tacco medio.

Un paio di calzature disegnate dalla stilista britannica Stella Mccartney, ovvero i sandali Rhea neri, un modello attualmente disponibile a 298 euro dagli iniziali 595 euro.

L’incontro tra Meghan Markle e Gloria Steinem.

La moglie di Harry e l’attivista americana hanno discusso dell’importanza del voto in vista delle imminenti elezioni statunitensi.

La signora Steinem ha detto che una delle sue citazioni più famose, che gli esseri umani erano “collegati, non classificati”, si basava sul concetto che il consenso, piuttosto che la gerarchia, dovrebbe governare le leggi.

La coppia ha parlato della nativa dell’Alaska Elizabeth Peratrovich, che ha combattuto per l’Anti-Discrimination Act del 1945.

Peratrovich una volta ha detto: “Chiedervi di concedermi uguali diritti implica che sono i tuoi e me li devi dare”.

“Invece, devo chiedere che tu smetta di tentare di negarmi i diritti che tutte le persone meritano”.

Steinem ha detto che le donne “non erano supplicanti”.

“Nella terra in cui siamo, prima che arrivassero gli europei, c’erano culture dei nativi americani in cui le donne erano uguali, in cui le nonne sceglievano il capo”.

“Era un sistema di equilibrio e la nostra Costituzione si basa su quella, che dovremmo ricordare”, ha specificato.

 

 

I pantaloni Anine Bing (Foto dal sito)