Matt Damon: “Rupert Everett non ha fatto carriera perché gay”

Matt Damon: "Film Behind the Candelabra per gli Studios era troppo gay"

LOS ANGELES – “Rupert Everett è un bravissimo attore eppure per via di quel coming out non ha fatto carriera”. Hanno fatto discutere queste parole, pronunciate da Matt Damon, negli Stati Uniti. L’attore americano stava parlando durante un’intervista del suo ruolo in “Behind the candelabra”, in cui interpreta un omosessuale.

E ha parlato della scarsa apertura mentale che c’è ancora oggi a Hollywood circa la sessualità. “Ritengo sia meglio non parlare troppo apertamente della propria sessualità, che sia gay o etero, perché si tratta di uno dei ‘misteri’ che dovresti essere in grado di interpretare come attore”. Insomma, il senso è: se ti dichiari gay, addio ruoli da sciupafemmine….

Potrebbero interessarti anche...