Categorie
celebrity

Letizia Ortiz impeccabile: pantaloni rossi e tacchi bassi FOTO

MADRID – Letizia Ortiz impeccabile: pantaloni rossi e tacchi bassi. L’ex giornalista spagnola, moglie del re Filippo VI di Spagna e attuale regina ha partecipato a un evento organizzato dalla Croce Rossa a Madrid. Per l’occasione Letizia ha scelto un outfit eccentrico e glamour: un paio di pantaloni rossi, abbinati a scarpe dello stesso colore e una camicia bianca a manica lunga. Impeccabile anche il make up, con rossetto rigorosamente rosso. Quanto alla capigliatura, Letizia Ortiz ha scelto i boccoli. Il suo iconico caschetto è stato copiato da milioni di donne in tutto il mondo.

Ma cosa si nasconde dietro la scelta di indossare abiti di colore rosso? Il sito Runelore ha provato a dare una spiegazione:

“La forza evocativa del rosso deriva dal suo legame con i colore del sangue e del fuoco due elementi importanti per gli uomini antichi e che, anche in noi, evocano per associazione di idee, forti sensazioni, infatti il fuoco è stato usato per scacciare gli spiriti e i demoni delle tenebre, essendo un portatore di luce e del calore della vita e nelle società primitive ogni notte si creava un cerchio di fuoco attorno agli accampamenti e un uomo vegliava per mantenere vivo il fuoco per difendersi dagli attacchi degli animali selvatici, veri demoni per quei tempi poiché la paura di venire sorpresi nel sonno nell’oscurità e sbranati era forte. (…). Da questo punto di vista il rosso può essere visto come la manifestazione naturale del temperamento attivo, dell’energia necessaria alla vita , alla salute e alla crescita verso la conoscenza, come colore della passione è ampiamente sfruttato dalla pubblicità e rossi sono la maggior parte delle bibite e degli amari; è importante tenere presente che il rosso è presente anche nel viola, nell’arancione e nel rosa, mescolato ad un altro colore assume in parte la sua simbologia. Di seguito le foto di Letizia Ortiz.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.