Kate Middleton, 5 cibi che la famiglia reale non mangia

Kate Middleton, 5 cibi che la famiglia reale non mangia

Kate Middleton e la famiglia reale seguono delle regole alimentari piuttosto rigide. In altre parole: non possono mangiare tutto quel che vogliono.

Dall’evitare l’alitosi alle intossicazioni alimentari, sono svariati i motivi per cui la regina Elisabetta e i suoi familiari evitano alcuni alimenti. Vediamo quali, come riferito dal sito Hello!.

L’aglio non è sempre consentito per i reali britannici. La Duchessa di Cornovaglia ha rivelato che durante gli impegni ufficiali non viene mai servito niente con troppo aglio: “L’aglio è un no-no…Devi sempre liquidare l’aglio”.

Ciò è stato confermato dall’ex chef reale Darren McGrady, che ha rivelato che agli chef di palazzo è vietato servire cibi contenenti troppa cipolla o aglio.

I frutti di mare non sono graditi durante i tour per evitare il rischio intossicazione lontano da casa. L’ex maggiordomo reale Grant Harold ha dichiarato alla rivista Woman & Home:

“È una mossa molto sensata abbandonare il pesce quando si è in giro per lavoro pubblico. Non vogliamo che un membro della famiglia reale abbia una seria reazione all’intossicazione alimentare, soprattutto se è in tournée all’estero”.

Il principe Carlo in prima persona ha voluto che il foie gras fosse escluso dal menu della famiglia reale. Una scelta finalizzata al benessere degli animali.

Secondo l’ex chef reale Darren McGrady la regina Elisabetta non è una fan delle carni rare, preferisce quelle mangiate abitualmente. Inoltre, lontano da casa i reali britannici evitano la carne cruda.

La pasta non è in cima alla lista dei cibi di corte. McGrady in passato aveva rivelato che alla Regina non importa molto di questo alimento e invece preferisce mangiare pasti a base di pesce o carne e verdure.

Ma attenzione, sappiamo che il principe William è un fan del sushi, dunque niente vieta che ci siano strappi alla regola. Ci piace immaginare che il duca e la duchessa di Cambridge nella loro intimità familiare abbiano le loro abitudini non ufficiali.

Potrebbero interessarti anche...