Categorie
celebrity

Kate Middleton contro la regina Elisabetta: “Non vuole…”

LONDRA – Kate Middleton contro la regina Elisabetta: “Non vuole…”. Guai in casa Windosr. Secondo alcuni rumors di voci bene informate sembra che tra Kate Middleton e la regina Elisabetta sia in atto una “guerra famigliare”. Pare che la Duchessa voglia a tutti costi donare un fratellino o sorellina a George e Charlotte affrontando la terza gravidanza. Completamente in disaccordo, invece, sarebbe la regina Elisabetta che secondo i gossip che provengono da palazzo si sarebbe categoricamente schierata contro questa scelta, in quanto desiderosa che Kate e William, in questi mesi, si dedichino solo al lavoro e agli impegni reali.

A peggiorare la situazione, la gelosia scattata da parte di Kate Middleton dopo aver saputo che la principessa Madeleine di Svezia è incinta del suo terzo figlio. Ma la goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la notizia, annunciata nelle scorse ore, secondo cui la principessa Sofia di Svezia ha dato alla luce il suo secondo figlio, il 31 agosto scorso. Insomma, intorno a Kate Middleton sembra che qualsiasi principessa giovane e bella sia alle prese con una gravidanza mentre lei, che ha più volte annunciato di desiderare un terzo figlio, è fortemente osteggiata dalla regina Elisabetta che invece ha imposto al nipote William e consorte di impegnarsi più sul lavoro e sui viaggi istituzionali. Ma Kate Middleton è stanca di aspettare. Sa che lei e William non sono più giovanissimi e tra qualche anno sarà sempre più difficile rimanere incinta. Ecco perché sta spingendo per poter affrontare adesso una nuova gravidanza.

Ma la famiglia reale sembra non pensarla così. La regina Elisabetta sa che se Kate dovesse rimanere incinta, finirebbe per ridurre il carico di lavoro, mettendosi a riposo e non affrontando gli impegni reali. Dopotutto è ciò che ha fatto in occasione delle sue precedenti gravidanze. Per la Sovrana questo è inammissibile per il momento visto che la Gran Bretagna è in una fase molto delicata, con la Brexit e il governo precario.