Categorie
celebrity

Harry e Meghan hanno assunto una top pr della Silicon Valley

Harry e Meghan hanno preso molto sul serio la loro immagine pubblica.

Per curare la comunicazione della coppia hanno assunto una delle principali guru delle pubbliche relazioni, che arriva direttamente dalla Silicon Valley.

Christine Weil Schirmer, questo il nome dell pr, condivide un legame profondo con la duchessa: entrambe si sono laureate alla stessa università statunitense, la Northwestern University.

Schirmer è nota per il suo impegno in aziende tecnologiche quali Apple e Pinterest ed è laureata in giornalismo.

La 42enne è cresciuta a Long Island, (New York), dai genitori Ken e Christine, entrambi bibliotecari, prima di trasferirsi nella zona della Baia di San Francisco per far decollare la sua carriera.

La duchessa si è invece laureata in teatro e studi internazionali. Una fonte ha detto a The Mail on Sunday:

“Quella confraternita (di cui facevano parte entrambe, ndr) era composta principalmente da belle ragazze che arrivavano dalle superiori”.

“Meghan era fortemente coinvolta negli aspetti sociali del gruppo. È del tutto possibile che lei e Christine si siano incrociate alla Northwestern, per lo meno l’università dà loro un legame comune”.

Schirmer guiderà il team di pubbliche relazioni globali dei Sussexes e aiuterà a lanciare la loro fondazione Archewell.

Un addetto stampa che la conosce ha detto: “Christine è il vero affare. È ampiamente rispettata nel settore come una delle migliori e più intelligenti che ci siano”.

“E grazie al suo lavoro con Pinterest e altre società tecnologiche, è la persona perfetta per lanciare un marchio globale”.

Harry e Meghan, la loro posizione contro i pregiudizi.

Il principe Harry ha ammesso di aver “ignorato l’esistenza dei pregiudizi razziali inconsci” fino a che non ha conosciuto l’attuale moglie.

In un’intervista a GQ con Patrick Hutchinson, l’uomo diventato famoso dopo essere stato fotografato mentre aiutava un uomo bianco ferito durante le proteste del movimento Black Lives Matter a giugno, il secondogenito di Carlo e Diana ha spiegato:

“Per il modo in cui è stato cresciuto ed educato non aveva idea di che cosa fossero i pregiudizi razziali”.

“Mi ci sono voluti anni e anni e poi mi è bastato passare un giorno nei panni di mia moglie”, ha dichiarato il Duca di Sussex.

Il principe ha sottolineando che è “molto pericoloso” quando inconsapevoli dei propri pregiudizi sono “persone di potere che siano politici o rappresentanti dei media”.