celebrity

Gwyneth Paltrow e la perimenopausa: dieta paleo e integratori per gestirla

Gwyneth Paltrow: "Non vorrei mai tornare ai miei 20 anni, o anche ai 30"

Gwyneth Paltrow sta vivendo la sua perimenopausa, ovvero quel periodo che precede la vera menopausa.

Un argomento di cui spesso si parla troppo poco e che invece merita tutta l’attenzione possibile. Di solito inizia tra i 45 ei 55 anni, anche se può verificarsi molto prima.

“Tutto è totalmente irregolare e una sorpresa continua. Anche le mie emozioni sono ovunque. A volte vado a letto la notte e il mio cuore batte forte”, ha detto l’attrice durante una sessione del podcast “Ask Me Anything”.

“Gli ormoni non sono davvero uno scherzo”, ha sottolineato la star. Un calo della produzione di estrogeni può essere effettivamente collegato a un aumento sia della frequenza cardiaca che della frequenza delle palpitazioni.

In una precedente intervista con W Magazine, la guru della bellezza ha detto che prende gli integratori “Madame Ovary” di Goop, spiegando che sono un “mix di erbe, adattogeni, fitonutrienti e vitamine per aiutare a sostenere la salute della tiroide e la transizione alla menopausa”.

“Continuo a pensare che la dieta e l’esercizio fisico siano molto importanti”, ha osservato nel suo podcast. “Cerco di camminare più volte alla settimana, sudare, fare esercizio, fare la sauna e questi sono solo i miei modi per affrontarlo e superarlo.”

Gwyneth Paltrow ha anche discusso dei cambiamenti alla sua dieta e alle routine di allenamento, dicendo che soffre ancora di infiammazione e sintomi del Long Covid-19, dopo aver contratto il virus l’anno scorso.

“Non sono vegetariana, anche se ho cercato di mettere le verdure al centro del mio piatto”, ha detto. “Ma al momento seguo la Paleo, quindi di recente le cose per me sono cambiate”.

La dieta paleo consiste principalmente nel mangiare carne, pesce, verdura e frutta. Latticini, cereali e legumi sono esclusi, il che è stato in qualche modo un cambiamento per la Paltrow, che ha affermato di mangiare ora molte lenticchie, ceci, riso e quinoa.