Gianluca Ginoble (Il Volo) sotto choc: “Io scampato da Rigopiano”

Gianluca Ginoble (Il Volo) sotto choc: "Io scampato da Rigopiano"

Gianluca Ginoble (Il Volo) sotto choc: “Io scampato da Rigopiano”. ”Dovevo essere all’hotel Rigopiano in questi giorni. Sono scampato per miracolo alla tragedia ma sono disperato per quello che è accaduto e per i morti, era un posto meraviglioso e Roberto il proprietario un mio caro amico”.

All’ANSA da’ la sua testimonianza il cantante de Il Volo, che abita a Roseto Degli Abruzzi. Proprio lì l’architetto proprietario dell’albergo sarebbe dovuto andare a prenderlo martedì mattina, 16 gennaio, per portarlo a Rigopiano per qualche giorno di relax.

Gianluca Ginoble è nato l’11 febbraio 1995 a Roseto degli Abruzzi. Insieme a Ignazio Boschetto e Piero Barone ha vinto il Festival di Sanremo 2015 con il brano “Grande amore” e con lo stesso pezzo ha rappresentato l’Italia all’Eurovision Song Contest 2015, classificandosi terzo. Il trio interpreta brani perlopiù appartenenti alla tradizione classica italiana e internazionale, con stile e arrangiamenti moderni, e brani pop in chiave classica. Un genere che ha riscosso grande successo in tutto il mondo.

Quanto alla sua carriera artistica, in un’intervista con Roseto.com Gianluca Ginoble ha spiegato:

“Bisogna essere bravi, avere talento, ma non basta. Bisogna avere fortuna e, soprattutto, avere manager di grande capacità, che pensano a te e ti lasciano esprimere al meglio e nelle migliori condizioni. Bisogna essere una squadra, affiatata e unita, altrimenti non vinci. In un mondo in cui anche chi non ha talento può avere il suo momento di successo, io credo che la cosa migliore sia essere sempre se stessi. Poi credo sia importante sottolineare che cantare non basta: bisogna trasmettere un’emozione, dare un messaggio di amore per la musica, far stare bene le persone che ti ascoltano.

 

Potrebbero interessarti anche...