Categorie
celebrity

Colin Firth: età, chi è la moglie, figli FOTO

ROMA – Colin Firth: età, chi è la moglie, figli FOTO. Uomo impegnato e attore di talento: Colin Firth, protagonista del film Il mondo di Arthur Newman in onda su Rai 3 in prima serata, è senza dubbio uno degli attori di Hollywood di maggior rilievo degli ultimi anni. Non a caso ha recitato in numerosi film di successo come Il diario di Bridget Jones, La ragazza con l’orecchino di perla, Il discorso del re e molti altri. Classe ’60, Colin Firth ha 56 anni ed è nato a Grayshott, nel Regno Unito. Attore versatile e di altissimo livello, nel 2009 ha vinto il Premio BAFTA al miglior attore per A Single Man di Tom Ford, ricevendo la sua prima candidatura all’Oscar al miglior attore. Ma è nel 2011 che vince l’ambita statuetta grazie alla magistrale interpretazione di Giorgio VI del Regno Unito ne Il discorso del re di Tom Hooper, che gli fa conquistare l’Oscar come miglior attore protagonista oltre che il Golden Globe per il miglior attore in un film drammatico, il Premio BAFTA e due Screen Actors Guild.

Per quanto riguarda la sua vita privata, Colin Firth è sposato con una donna italiana. Si chiama Livia Giuggioli, produttrice e regista impegnata anche nella realizzazione di documentari. La donna ha 47 anni ed è nata a Roma. I due sono sposati dal 1997 ed hanno due figli: Luca, nato nel 2001, e Matteo, nato nel 2003. Prima del matrimonio con Livia, però, Colin ha avuto altre relazioni. Dal 1989 al 1994 è stato fidanzato con l’attrice Meg Tilly, conosciuta sul set di Valmont di Milos Forman, dalla quale ha avuto un figlio, William “Will” Joseph Firth, nato nel 1990. Finita la storia con Meg, nel 1995 ha avuto una relazione con l’attrice Jennifer Ehle conosciuta sul set de Orgoglio e pregiudizio. Poi, nel 1997 è arrivata Livia, sua attuale moglie. Colin Firth Parla correntemente italiano.

Colin Firth e la moglie sono molto attivi per quanto riguarda il sociale. È stato coinvolto in una campagna per fermare la deportazione di alcuni individui in cerca di asilo politico, poiché riteneva potessero essere uccisi durante il loro ritorno in Congo ed è riuscito ad ottenere una revoca di deportazione per un’infermiera congolese. Non solo: sostiene Survival International, il movimento mondiale per i diritti dei popoli indigeni, oltre ad essere coinvolto nella campagna globale di Oxfam “Make Trade Fair” insieme a numerose altre celebrità. È sostenitore dei diritti gay e favorevole al matrimonio tra persone dello stesso sesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.