La scelta di Carla Bruni: saprà stare con un perdente?

PARIGI – E’ stata con cantanti, filosofi, presidenti della Repubblica. Tutto si può dire di Carla Bruni tranne che non abbia gusti eclettici. Ma la domanda del giorno dopo, ovvero il giorno dopo la sconfitta di Nicolas Sarkozy alle elezioni, è: sarà mai stata con un perdente? Bisogna che Nicolas faccia i conti con questo interrogativo. Perché se Carla, per amore, si è decisa ad accantonare la carriera musicale per vivere nelle modeste stanze dell’Eliseo, non è così sicuro che si arrenda a fare la moglie di un ex presidente, sonoramente sconfitto, per giunta burbero e rancoroso dicono le cronache. Negli ultimi mesi si era addirittura messa d’impegno per risollevare l’immagine del marito, da sempre molto attratto dal lusso e dalla vita agiata.

Per non passare alla storia come i borghesi gaudenti mentre il popolo sconta la crisi (cosa che l’elettorato francese difficilmente avrebbe perdonato) lei si era addirittura (pensate) dimenticata di mascara e parrucchiere. Per mesi l’abbiamo vista dimessa e abbigliata come una suora laica, pur di assecondare la nuova immagine sobria del marito. Ma era pur sempre una first lady. Ora che non lo è più e l’invincibile Nicolas torna d’incanto a essere un avvocato come tanti, saprà reggere il colpo? Le cose sono due: o lei si mette a dieta e riprende a vestire Dior oppure, caro Nicolas, inizia pure a discutere la tua terza causa di divorzio. (Foto Lapresse).

Potrebbero interessarti anche...