Cannes 2018: Cate Blanchett in Givenchy è una visione

Cannes 2018: Cate Blanchett in Givenchy è una visione

CANNES – Cate Blanchett incanta ancora Cannes con la sua bellezza e il suo fascino magnetico. Sul red carpet di “BlacKkKlansman” di Spike Lee, passato in concorso al festival e accolto con applausi, la presidente di giuria di questa edizione ha indossato un abito firmato da Clare Waight Keller, direttore artistico di Givenchy. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,Ladyblitz – Apps on Google Play]. Un vestito lungo con gonna multicolor a balze e schiena scoperta.

Per quel che riguarda BlacKkKlansman, come si legge sull’Ansa è stato uno dei film più attesi e dal cuore politico della rassegna:

La storia di Ron Stallworth (John David Washington e Adam Driver allo stesso tempo), il poliziotto afroamericano che negli anni 70 si infiltrò nel Ku Klux Klan di Colorado Springs e, ingannando il Grand Wizard David Duke (Topher Grace), riuscì a salire di grado fino ai vertici locali.

Un tema attuale e forte grazie anche alla rinnovata visibilità del Klan sulla scia della manifestazione di Charlottesville, della scorsa estate, che ha visto una vittima: l’antirazzista 32enne Heather Heyer. E così, non a caso, il film non solo si chiude con immagini di repertorio di quella tragedia, ma uscirà negli States il 10 agosto, a un anno esatto dall’inizio del processo al ventenne James Fields Jr. che con la sua auto si è schiantato sulla manifestazione antirazzista uccidendo la Heyer.

La sceneggiatura di Charlie Wachtel, David Rabinowitz, Kevin Willmont e Spike Lee è basata sul libro autobiografico dello stesso Stallworth. Nel suo stile, divertente, lucido e militante, il regista di Fa’ la cosa giusta racconta la storia di Ron Stallworth, ma giocandoci su. Facendo così interpretare dal nero Washington la figura di Stallworth, il quale, dopo aver preso contatti telefonici con il Ku Klux Klan, si serve, come alter ego di rappresentanza, del collega bianco Flipp Zimmerman (Driver) l’unico presentabile al Klan”. GUARDA IL VIDEO YOUTUBE.

Potrebbero interessarti anche...