Brad Pitt come Marilyn su Vanity Fair: “A letto vesto… Chanel N°5”

brad Pitt Chanel N°5

ROMA – Il paragone non è certo dei più facili, eppure questo è: Brad Pitt sarà il nuovo testimonial di Chanel N°5, non un profumo, ma IL profumo. Quello che ha fatto la storia, quello che ha accompagnato sogni, disgrazie, speranze, illusioni, amori di milioni di donne dal 1937, anno in cui fu creato. Quello per cui fu Marilyn Monroe la testimonial nel lontano 1955, non una diva, ma LA Diva. Il paragone, dunque, non è facile.

Ora, diciamolo, è forse rischioso e folle liquidare tutta la questione per vie materiali, ma per dovere di cronaca bisogna dire che, a Chanel, due gocce di profumo addosso a Brad sono costate 7 milioni di euro. Certo, ad analizzare tutta la storia la cosa sembra un po’ riduttiva visto che, nel video prodotto, il tenebroso attore snocciola un monologo sensuale in una sorta di “vis-a-vis” e più che parlare alla telecamera sembra che parli ad ognuna di noi. Probabilmente Chanel ci ha visto lungo perché, diciamolo, ma quale donna resiste al richiamo della sirena Brad?

Dulcis in fundo, l’attore più ambito del pianeta finisce pronunciando delle misteriose parole: “La mia sorte, il mio destino. La mia fortuna. Inevitabile!”. Una voce indubbiamente affascinante, e non solo quella…

Il video è stato girato a Londra ed è stato diretto da Joe Wright, il regista di “Anna Karenina” e lo stesso che nel 2011 ha ripreso Keira Knightley per Coco Mademoiselle.

Vanity fair non ci ha pensato due volte a voler intervistare Brad, così sul numero 42 svetta in copertina il sensuale attore, con tanto di frase a effetto: “Indovinate cosa indosso a letto”. Già, cosa indossa a letto? Ma, ovviamente, Chanel N°5.

Nell’intervista però non parla solo di questo suo ultimo ruolo di testimonial, ma “racconta” in maniera semplice e umile (strano a dirlo, ma è così) della sua vita non solo da attore ma anche da compagno (della bella Angelina) e soprattutto padre (e mica di uno o due figli, ma ben sei). Si legge su Vanity Fair: “Neppure i più cinici riescono a dubitare del calore che gli accende il volto quando parla dei suoi tre figli adottati e dei tre biologici; per esempio quando racconta che il momento migliore della settimana è stato vedere uno dei suoi gemellini fare a nuoto, a 4 anni, un’intera vasca della piscina. E benché abbia detto tempo fa che a 50 anni – oggi ne ha 48 – avrebbe mandato in pensione l’attore per dedicarsi alla regia e alla produzione, sostiene ora di avere cambiato idea: “Troppa fatica, troppe responsabilità. Preferisco fare il papà. Molto più divertente

Non rinuncia poi a parlare del suo (forse?) imminente matrimonio con Angelina: “All’inizio dell’estate, la location della cerimonia data per più papabile era il castello che la coppia ha comprato in Francia. Ora l’epicentro del gossip si è spostato a pochi chilometri dall’albergo di Londra dove lo sto intervistando, a Richmond, dove la famiglia si è trasferita mentre Angelina finisce di interpretare la parte della strega Malefica nel remake della Bella addormentata”. 

Poi, ce n’è anche per il suo caro amico George Clooney. A quanto pare sembra che Brad sappia già cosa farne di lui: “Magari potrebbe fare il maître, accogliere gli ospiti, accompagnarli ai tavoli”.

Che dire, non male come ruolo?

Potrebbero interessarti anche...