Blake Lively come una Dea: coda di pavone? Lei può! FOTO

Blake Lively come una Dea: coda di pavone? Lei può! FOTO

NEW YORK – Blake Lively come una Dea: coda di pavone? Lei può! FOTO. C’è chi può e chi non può. Blake Lively appartiene al primo gruppo. Solo l’attrice, eterea, può permettersi un abito con coda di pavone e apparire glamour e chic. In occasione del Met Gala Blake Lively ha sfoggiato un abito Atelier Versace assolutamente fashion che, però, non è per tutte. Il vestito, con frange color oro, aderiva al corpo e metteva in mostra le sue curve da pin up. La coda era impreziosita da piume pavone e non tutte le star possono indossare una creazione del genere senza apparire ridicole. Blake Lively invece riesce a sfoggiare questa mise e risultare incredibilmente glamour e romantica. Che dire, non è un caso se è considerata una delle dive di Hollywood più affascinanti e magnetiche degli ultimi anni.

Blake Lively ha solcato il tappeto rosso del Met Gala in compagnia del marito, Ryan Reynolds, anche lui attore di successo. Blake e Ryan si sono conosciuti nel 2010 sul set di Lanterna Verde e hanno iniziato una relazione nell’ottobre 2011 per poi sposarsi a fine 2012. I due hanno due figlie, James nata nel 2016 e Ines nata nel 2016.

Quest’anno il Metropolitan Museum di New York ha deciso di dedicare a Rei Kawakubo, la fondatrice della griffe giapponese Comme des Garcons, la mostra dell’anno del suo Costume Institute. Con “Art of the In-Between”, Kawakubo diventera’ la seconda stilista vivente, dopo Yves Saint Laurent nel 1983, a cui il museo sulla Quinta Strada abbia mai dedicato una retrospettiva. Ma Kawakubo e’ anche un’artista d’avanguardia, creatrice del Dover Street Market, una boutique concettuale con quattro sedi, Londra, NY, Tokyo, Singapore, Pechino. Sono inoltre rare a NY le retrospettive dedicate agli stilisti ancora in vita e quando accade, come con Giorgio Armani al Guggenheim nel 2000, ci sono polemiche per la commistione fra arte e commercio. Sponsor della mostra Apple, Conde’ Nast, H&M e la Valentino. La mostra sarà aperta dal 4 maggio al 4 settembre.

Potrebbero interessarti anche...