Categorie
benessere

Perché non perdo peso? Gli errori che potrebbero rovinare la dieta

Stai cercando di perdere gli ultimi chili in più che ti sono rimasti. Sei a dieta e fai esercizio, eppure non riesci. Cosa potresti fare di sbagliato? Quali sono i possibili errori? Il motivo per cui no riesci più a perdere peso c’è. Il sito Hola ha consultato diversi esperti del settore per cercare di capirci di più e di determinare le possibili cause.

Per esempio, il dottor Mar Mira, co-direttore della clinica Mira + Cueto, spiega che il fallimento principale in una dieta è non mangiare i cibi giusti e sbagliare mix e quantità di cibo. Ad esempio “se assumi troppo olio, se mangi molte proteine ​​e carboidrati e non fai esercizio fisico”. Inoltre, spiega il dottore, “ci sono alcuni cibi insospettabili (come lattuga o asparagi) che inducono alcune persone a trattenere i liquidi”.

Non solo. Laura Parada, nutrizionista e direttrice tecnica del centro Slow Life House di Madrid, spiega che una dieta molto restrittiva può farci sentire a corto di energia. Questo ci indurrà a fare meno attività fisica o a non fare allenamenti efficaci. Non sono consigliate nemmeno le diete che diventano croniche, che rallentano il nostro organismo, facendolo non rispondere più al deficit calorico.

Leggi anche:  Prendi nota degli alimenti che dovresti mangiare per dimagrire se ti alleni

È possibile che mangiando di meno non perderemo peso?

Il dottor Mar Mira spiega che questo, senza dubbio, è qualcosa che può accadere. “Puoi mangiare di meno e aumentare di peso perché ci sono cibi più calorici (per esempio ricchi di grassi, carboidrati o zuccheri) e che davvero non ti aiutano in una dieta dimagrante. Su questo, ovviamente, interviene anche il tipo di metabolismo, la facilità a ingrassare o dimagrire” precisa.

Pertanto, l’esperto raccomanda soprattutto di evitare di consumare prodotti trasformati, grassi saturi (pasticcini, dolci, burro) e zuccheri raffinati.

Devi anche evitare di fare spuntini e cene abbondanti, diete molto veloci e sbilanciate che non tengono conto della conservazione della massa muscolare. Inoltre, dovresti evitare di vivere una vita sedentaria, di mangiare zuccheri a rapido assorbimento (saccarosio, fruttosio, lattosio …), grassi trans (carne rossa, dolci molto elaborati, margarine …), bevande gassate, tè, caffè o alcol.

Come si può mangiare di meno quando si è a dieta?

Abbiamo detto che il deficit calorico è fondamentale se si vuole dimagrire. Il dottor Mar Mira spiega: “Bisogna tenere conto che quando qualcosa genera ansia, una persona si può bloccare o abbassare le proprie prestazioni, rendendo più difficile il raggiungimento dell’obiettivo fissato. D’altro canto, il fatto di non raggiungere l’obiettivo, che in questo caso è il dimagrimento, può accentuare l’ansia. Si può entrare in un circolo vizioso che peggiora la situazione”.

Questo è il motivo per cui -spiega l’esperto- il supporto psicologico è essenziale per valutare il loro livello di ansia, stress e fornire linee guida per controllare l’umore e  migliorare l’autostima. È una buona idea insegnare i trucchi per calmare l’ansia come la respirazione, e aiutare a distinguere tra fame reale e fame nervosa . “La cosa migliore da fare è prefissarsi aspettative realistiche e fissare obiettivi a breve termine, soprattutto se si tratta di perdere molti chili. Così, chi è a dieta non si sentirà frustrato.

“Deve essere una dieta altamente pianificata e personalizzata che possa piacere a chi la segue, non troppo restrittiva e adattata alle proprie esigenze. È anche importante mangiare lentamente e non avere periodi di digiuno prolungati che generano più fame”.

Puoi perdere peso senza morire di fame?

Di fronte allo scoraggiamento per il fatto che non si riesca a perdere peso, molte persone credono che l’unica soluzione definitiva per dimagrire sia morire di fame. Gli esperti non sono d’accordo e sottolineano che è importante mangiare poco ma in modo frequente: “Mangiando più frequentemente potrai seguire sane abitudini alimentari e non soffrire la fame. Se bevi poco, per esempio, potresti arrivare a cena affamato” spiega Mar Mira.

Cosa direbbero gli esperti alle persone che vivono costantemente a dieta e tuttavia non riescono a raggiungere il loro peso ideale? “Queste persone, in genere, non importa quanto dicano di seguire permanentemente una dieta, sicuramente non hanno l’abitudine di mangiare ‘sano’. Ad esempio, se fai una dieta molto drastica, sarai indotto ad interromperla, a seguirla a fasi alterne. La cosa migliore è seguire un’alimentazione non così drastica e procedere a poco a poco” afferma il dottor Mar Mira.

“Una dieta sana deve essere equilibrata e sempre sotto controllo medico. È importante che tu abbia un approccio multifattoriale che insista sull’acquisizione di buone abitudini di vita, con l’esercizio. La dieta mediterranea è, senza dubbio, la migliore opzione per una dieta sana ed equilibrata ”, aggiunge l’esperto.

Leggi anche:  Dieta, 6 alimenti con poche calorie che ti danno energia

Occhio a fine giornata, potresti rovinare la dieta

La Dott.ssa Paula Rosso , nutrizionista presso il Lajo Plaza Medical Center, spiega:

“Dobbiamo prestare particolare attenzione all’ora di cena poiché la nostra attività metabolica diminuisce notevolmente quando andiamo a dormire. È importante non mangiare troppi carboidrati, soprattutto quelli ad alto indice glicemico, che provocano un aumento del glucosio e di conseguenza un aumento dell’insulina. Questo glucosio, in eccesso poiché non utilizzato, si trasforma in trigliceridi, cioè in grasso. Se vogliamo assumere carboidrati per cena, dobbiamo farlo molto prima prima di andare a letto. Inoltre dobbiamo scegliere quelli con un indice glicemico più basso (bietola, sedano, cavolfiore, spinaci, funghi, cetriolo, crescione, ecc.)”.

Infine, spiega la dottoressa, “non è consigliabile nemmeno cenare troppo tardi. È meglio farlo almeno 2 o 3 ore prima di andare a letto e il mio consiglio è di assumere una dose di proteine ​​30 minuti prima di andare a letto. Uno studio afferma che l’assunzione di 150 calorie sotto forma di proteine ​​30 minuti prima di andare a letto, stimola il metabolismo, aumenta la massa muscolare e ti rende meno affamato al mattino. Ma attenzione, stiamo parlando di proteine magre”.