Trucco permanente: gli esperti allertano sul rischio di infezioni

Trucco permanente: gli esperti allertano sul rischio di infezioni

Il trucco permanente, anche se permette di essere sempre in ordine in qualunque momento della giornata, nasconde delle insidie. A mettere in guardia le donne da questa tecnica, eseguita tramite tatuaggi, sono diversi studi pubblicati recentemente, che hanno messo in luce il pericolo di infezioni e allergie. L’ultima ricerca in questo campo e’ stata appena pubblicata dalla rivista Clinical Infectious Diseases, e riporta una piccola epidemia di infezione dovuta al Mycobacterium haemophilum causata in 12 persone che erano state nello stesso centro svizzero per un ritocco alle sopracciglia.

Qualche mese fa invece la rivista Contact Dermatitis aveva riportato la notizia di quattro casi di reazioni come gonfiori e bruciori dopo un trattamento alle labbra: “Alla luce delle gravi complicazioni possibili – avevano concluso gli autori – raccomandiamo un controllo severo delle sostanze utilizzate”. Sotto accusa, come per i tatuaggi ‘normali’, sono le scarse condizioni igieniche e l’uso di pigmenti non autorizzati da parte dei tatuatori, che spesso sono ‘improvvisati’, e la raccomandazione degli esperti e’ sempre di rivolgersi a centri qualificati: “Il problema – spiega al New York Times il fondatore della American Academy of Micropigmentation Charles Zwerling – e’ che si puo’ andare su e-Bay, ordinare pigmenti e strumenti e aprire uno studio nel proprio garage”.

Potrebbero interessarti anche...