Papa in discilrso

Il Papa si contraddice: matrimonio un valore, ma i divorziati…

4 Giugno 2012 - di luiss_vcontursi

MILANO – La famiglia prima di tutto, “formata da un uomo e da una donna”, ma poi l’apertura ai divorziati che “sono dentro la Chiesa, anche se non prendono i sacramenti”: è stato un discorso pieno di contraddizioni quello che ha tenuto Papa Benedetto XVI durante la sua visita a Milano.



Il Papa ha aperto ai divorziati ma facendolo ha, di fatto, snaturato l’importanza dei sacramenti. Ha infatti detto, dopo aver ‘inneggiato’ alla sacralità della famiglia, “che la Chiesa li ama”, che “sono nel cuore della Chiesa, non fuori, anche se non possono ricevere i sacramenti”. E allora che valore hanno i sacramenti se il matrimonio è imprescindibile ma il divorzio è tollerato? Che valore hanno se anche chi non fa la Comunione (anche se non per voler suo) viene “amato dalla Chiesa?”.

Il Papa, riguardo ai divorziati, ha proprio scandito: “Non sono fuori della Chiesa. Anche se non possono ricevere l’assoluzione e l’Eucaristia, vivono pienamente nella Chiesa. Il contatto con un sacerdote per loro puo’ essere ugualmente importante, poi seguano la liturgia eucaristca vera e partecipata: se entrano in comunione possono essere spiritualmente uniti a Cristo”.

 

Tags