Categorie
attualità

Il 28 febbraio torna a vivere la Lira per un giorno, dopo 10 anni

ROMA – la Lira italiana torna a rivivere e per un giorno le lancette dell’orologio vengono spostate al 28 febbraio 2002, quando la nostra valuta nazionale uscì di scena, lasciando il posto all’Euro.

A Roma, il 28 febbraio, alle ore 15, nella Sala Pietro da Cortona in Campidoglio – Musei Capitoli – si svolgerà infatti la manifestazione “Indimenticabile Lira”, con il patrocinio del Senato, della Camera dei Deputati, della Presidenza del Consiglio e del Ministero dei Beni Culturali.

Festeggeranno l’’Indimenticabile Lira’ gli attori Lino Banfi e Terence Hill con le Miss Italia Stefania Bivone (in carica), Cristina Chiabotto (Miss Italia 2004), Denny Mendez (Miss Italia 1996) e Gloria Bellicchi (Miss Italia 1998) insieme a Sara Izzo (Miss Fair Play 2011), Ludovica Perissinotto (Miss Eleganza Si è Lei 2011), Eleonora Pierella (Miss Simpatia 2011), Sara Baderna (Miss Tecnologia Fidellity Point) e Alessia Tedeschi (Miss Tv Sorrisi e Canzoni 2011). Al mattino, alle ore 11, Miss Italia Stefania Bivone lancerà le ultime monete in Lire nella Fontana di Trevi mentre, nella stessa occasione, a Denny Mendez sarà affidato il compito di testimonial dell’Euro.

Il coordinatore delle iniziative Sandro Sassoli, già promotore degli eventi di dieci anni fa, presenterà il programma celebrativo: una “Via della Lira”, vero ‘museo-memoria’ a cielo aperto; una mostra di monete e banconote allestita da Guido Crapanzano, consulente numismatico della Banca d’Italia; l’apertura del sito www.indimenticabilelira.it

Un premio speciale – “Indimenticabile Lira” – verrà consegnato ad alcune personalità. La manifestazione sarà condotta dal giornalista Michele Cucuzza.

Dieci anni fa Alberto Sordi fu il mattatore dello storico “Addio alla Lira” a Fontana di Trevi, evento seguito l’anno successivo dal “Monumento alla Lira”, inaugurato a Rieti da Sophia Loren.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.