Categorie
ambiente

“Gloria”: trama e recensione del film di Sebastian Lelio

ROMA – Divorziata e con due figli adulti, Gloria (Paulina García) cerca di rifarsi una vita attraverso  feste, discoteche ed eventi; quando sembra aver trovato un nuovo compagno però, questo si dimostra inaffidabile e misterioso…

Finalmente arriva anche in Italia uno dei film più convincenti dell’ultimo Festival di Berlino; forte di diversi premi già vinti, fra cui il prestigioso Orso d’Argento per la migliore attrice, “Gloria” è una commedia ricca, sofisticata e con una protagonista entusiasmante.

Il regista Sebastian Lelio (“L’anno della tigre”) riesce a costruire un affresco originale e unico intorno a questa donna di mezza età che vuole vivere l’adolescenza fuori tempo massimo; ma il più grande pregio della pellicola sta  senz’altro nell’interpretazione di Paulina García che, con pochi gesti ed espressioni, riesce a dare vita ad un personaggio che brilla per naturalezza e autenticità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.