Sotto maglietta non porta niente, preside la sospende VIDEO

Pubblicato il 9 giugno 2016 10.56 | Ultimo aggiornamento: 9 giugno 2016 10.56

 

H ELENA – Kaitlyn Juvik studia all’Helena High School nel Montana. La ragazza secondo il preside della sua scuola, avrebbe aggirato il divieto che prevede di non andare a scuola senza reggiseno. La ragazza, come reazione alla sua sospensione decisa dal dirigente dell’isituto, ha deciso di portare avanti una piccola battaglia.

Il preside accusa Katlyn di aver avuto un atteggiamento “sfrontato” che violerebbe il codice di abbigliamento scolastico e farebbe sentire a disagio le persone. La ragazza si è risentita ed ha postato un selfie spiegando: “Se qualcuno è curioso, questa è la maglia che indossavo quando sono stata rimproverata”.

Si tratta di una maglia nera che lascia scoperta una spalla. Su Twitter la giovane studentessa ha aggiunto: “Non c’era nulla di inappropriato. E poi accorgersi che ero senza reggiseno era un’impresa davvero dura. Non ho indossato nulla che andasse contro il codice di abbigliamento scolastico”.

Le studentesse della scuola hanno solidarizzato con Kaitlyn e si sono messe dalla sua parte ed hanno aperto la pagina Facebook “no bra, no problem”. Il preside Steve Thennis, è stato intervistato dal Daily Mail. Al tabloid britannico si è giustificato dicendo che il rimprovero non è scattato sull’assenza del reggiseno, quanto sul fatto che questo aveva messo a disagio un’altra persona: “Non ho intenzione di controllare gli indumenti intimi degli studenti”  ha aggiunto Thennis. “Stiamo solo chiedendo di vestirsi in modo appropriato e se non ci sembra inadeguato, maschio o femmina che sia, chiediamo loro di coprirsi”.

Il preside ha poi rifiutato di commentare ulteriormente, concludendo che a questa storia “è stato dato più tempo di quello che si meritasse”.

Immagine 1 di 3
  • Sotto maglietta non porta niente, preside la sospendeLa maglietta incriminata

Immagine 1 di 3