Fabrizio Corona contro Cecchi Paone. E il giornalista se ne va

Pubblicato il 9 maggio 2016 10.36 | Ultimo aggiornamento: 9 maggio 2016 10.44

Tags: ,

 

R OMA – Fabrizio Corona contro Alessandro Cecchi Paone. Entrambi protagonisti di un momento su di giri nel corso dell’intervista esclusiva al Maurizio Costanzo Show. L’ex re dei paparazzi e l’anchorman di Rete si beccano lungo tutto il corso dell’intervista. Sin dall’inizio il giornalista non è mai dolce negli interventi, al punto da suscitare anche una difesa di Rudy Zerbi che interviene per difendere Fabrizio Corona accusandolo di “moralismo”.

In una replica di Fabrizio Corona gli animi si scaldano troppo, Cecchi Paone non gli permette repliche ma Corona alza la voce: “Vuoi che ti dica cosa hai strumentalizzato tu? Te lo dico… Via l’audio. E Cecchi Paone si alza via indignato“.

La domanda sociale è univoca: che cosa ha detto Fabrizio Corona a Cecchi Paone? In tanti sui social network stanno ipotizzando che Fabrizio Corona potrebbe aver tirato in ballo un argomento spinoso e molto delicato come l’omosessualità di Alessandro Cecchi Paone, ma ovviamente non c’è alcuna conferma in merito, anzi proprio Maurizio Costanzo subito dopo la pubblicità è intervenuto in studio per sedare ogni polemica, redarguendo amichevolmente Fabrizio Corona per il suo comportamento.

Dopo tre anni e tre mesi di carcere, ancora sotto regime di attenzione, l’ex re dei paparazzi ha scelto il giornalista romano per raccontarsi. Vestito con un elegante abito blu notte, Corona sfoggia un look lontano da quello di qualche anno fa. Il suo viso però tradisce quello che le parole non possono pronunciare (“se rivelassi alcune cose della mia detenzione tornerei in galera tra un mese”). Lo sguardo è quello di un uomo che ha attraversato l’inferno non solo del carcere ma anche della disintossicazione:

“E’ normale quando hai quei ritmi di vita come i miei prima dell’arresto. Ammetterlo è stato difficilissimo. Ragazzi non drogatevi, io mi sono rovinato la vita.- racconta rivolto al pubblico- Se uno la prova all’inizio deve avere la forza di fermarsi per uscirne. È normale quando hai quei ritmi di vita come i miei prima dell’arresto”.

Viene mostrato un filmato dove si vede Corona mentre cucina in mensa nel centro di riabilitazione, gioca a calcetto con alcuni profughi. Lui commenta: “Non sono invidiabile, non ho libertà”. L’ex marito di Nina Moric risponde alle domande di 15 ospiti (tra cui Vittorio Feltri, Gianluigi Nuzzi, Enrica Bonaccorti, Paolo Graldi, Antonella Boralevi, Carmelo Abbate) e parla del suo “percorso di riabilitazione e di cura terapeutica”. Dopo 1231 giorni di silenzio, 3 anni e 3 mesi di carcere spiega: “ho imparato a difendermi da me stesso e a credere nelle istituzioni”. “Ho un residuo di pena di 5 anni- aggiunge- sono in affidamento e questo è avvenuto senza regalarmi niente, perché lo prevede la legge”.