Quante volte vai al bagno? Quando ci si deve preoccupare e quando no

Pubblicato il 5 giugno 2015 11.59 | Ultimo aggiornamento: 5 giugno 2015 12.08

Tags:

di Redazione Ladyblitz
 
Quante volte vai al bagno? Quando ci si deve preoccupare e quando no

R OMA – Quante volte al giorno vai al bagno? Sei una persona regolare di intestino o soffri di stitichezza? Ovviamente la risposta dipende da numerosi fattori. Sono molte le persone che si interrogano sulla normale frequenza di defecazione, preoccupate che il numero di evacuazioni quotidiane sia insufficiente (o eccessivo). La normale frequenza di defecazione varia comunque ampiamente tra le persone sane: alcuni soggetti possono produrre tre evacuazioni a settimana, mentre altri possono averne tre al giorno. Entrambe eccessive, la media di una al giorno è da considerarsi perfetta. In generale:

  • Una frequenza di evacuazioni fecali inferiore ai tre episodi settimanali non è sufficiente per parlare di stitichezza; un soggetto affetto da stipsi, infatti, lamenta anche altri sintomi e segni (la sensazione di incompleto svuotamento intestinale, difficoltà e gli sforzi per evacuare, l’evacuazione di feci dure e la necessità di manovre evacuative digitali) in almeno una defecazione su 4.
  • La frequenza di evacuazione può variare nel corso del tempo, in relazione alle abitudini dietetiche e alla situazione ambientale e psicologica. È comune percepire un diradarsi delle defecazioni quando ci si reca in località turistiche per villeggiatura.
  •  Se le feci hanno un aspetto e una consistenza normale, anche una frequenza di evacuazione eccessiva o insufficiente, è considerata fisiologica. Viceversa, se le feci mostrano variazioni cromatiche (sono particolarmente chiare o scure), di consistenza (acquose o troppo dure) oppure di forma, è bene sottoporsi ad un controllo medico per identificare le cause di quella che molto probabilmente è spia di un problema a livello gastro-intestinale.