Daniela Martani a Dagospia: “Volete farmi ammazzare?”

Pubblicato il 26 agosto 2016 17.06 | Ultimo aggiornamento: 26 agosto 2016 17.06

Tags: ,

 

R OMA – Quella battutaccia sul karma di Amatrice è costata cara a Daniela Martani. La ex hostess Alitalia, ex GF, oggi dj e attivista per i diritti degli animali ha scritto un messaggio alla redazione di Dagospia, questo:

Avete deciso che volete farmi ammazzare? Stanno arrivando minacce di morte a me e alla mia famiglia. Avevo chiesto una rettifica ed invece ci siete andati giù ancora più pesante. Cosa volete ottenere? Che muoia di fame perché nessuno mi farà mai più lavorare? Che non possa più circolare per strada per paura di essere aggredita? Mi state trattando come se avessi ammazzato personalmente 250 persone.

Tutto nasce da una brutta sortita su Facebook che lei, a scandalo scoppiato, ha attribuito a un presunto hacker. “Il terremoto? Allora è karma”: questo commento di cattivo gusto non solo ha attirato migliaia di commenti imbufaliti ma ha anche spinto un locale americano a cancellare la programmata partecipazione della donna come dj.

Secondo lei la scossa sarebbe una “punizione” karmica per Amatrice proprio per quel piatto a base di carne di maiale. Un concetto bizzarro e pesantemente irrispettoso che le ha provocato anche ripercussioni lavorative oltreoceano. Dagospia ne ha parlato in un articolo:

“Karma is a bitch”, dicono gli americani. Il Karma, spesso, può essere crudele. E il detto si è rivelato ancora una volta vero quando, poche ore fa, il Caffè Roma di Beverly Hills ha annullato il dj set di Daniela Martani, ex concorrente del ‘Grande Fratello’ e hostess Alitalia, che nel frattempo è diventata una dj piuttosto quotata ma soprattutto un’attivista vegana dura e pura. Troppo dura, visto che ieri il suo commento sul terremoto ad Amatrice (”Sono la patria dell’amatriciana? Allora è Karma”, riferendosi alla punizione del destino per aver inventato una pasta che includa il guanciale, e dunque la carne) le è valso una slavina di insulti su Facebook e Twitter, fino al suo tentativo (prevedibile) di dare la colpa a qualcuno che le aveva ‘hackerato’ l’account, che è l’equivalente di ‘ma no, mamma, queste sigarette le stavo tenendo a un amico’.

La povera Martani si trovava a Los Angeles quando ha partorito il suo commentino, e in programma c’era appunto una serata alla consolle del Caffè Roma. Senonché, i clienti del Caffè Roma hanno iniziato a bombardare i gestori di messaggi indignati – e di recensioni negative, cosa ben più seria per loro – fino a spingerli a cancellare l’evento. Ecco il messaggio che hanno pubblicato poco fa: Caffé Roma would like to express our sincere sympathies and condolences those who have suffered a loss in the recent tragedy that has struck Amatrice, Italy. We have received your messages and understand the concern. We have canceled tonight’s performance to join Italy in our thoughts. Please consider that our company and restaurant do not share or endorse the views of our guest musicians or DJs. Our hearts are with Amatrice. In poche parole, hanno espresso solidarietà e vicinanza agli abitanti di Amatrice, e in due righe si sono sbarazzati della Martani, specificando che il ristorante non condivide né sostiene le idee dei musicisti che ospita…