Il pancione dipinto: nuovo (e discusso) trend della gravidanza

Il pancione dipinto: nuovo (e discusso) trend della gravidanza

ROMA – Pancioni colorati, dipinti e decorati. La nuova moda per le donne incinte è il “bump painting“, ovvero il body painting specializzato nei pancioni. D’altronde, la rotondità del pancione era troppo invitante perché i body artist non ne approfittassero. Un fenomeno nato in America, con decine di star e celebrity che sono state piano piano contagiate dalla nuova moda di colorare il pancione. E, in occasione della festa della mamma, questa nuova tendenza ha avuto un boom di richieste. Non mancano, ovviamente, i detrattori di questa nuova moda, additata da molti “non consona” ad un periodo di vita in cui la donna non dovrebbe ostentare ma vivere “delicatamente” la propria gravidanza.

Valeria Arnaldi ha analizzato questo nuovo fenomeno e su Il Messaggero scrive:

“Per i make up artist, la tentazione è tecnica. La pancia in gravidanza è un’ottima “tela” per dimensioni ma anche tensione della pelle. Per le mamme, le ragioni sono varie: perché il pancione colorato sembra meno pesante, perché è il perfetto protagonista di foto di gravidanza e perché fa sentire perfino vip

Celebrity, tutte pazze per il bump painting:

“Nata in America, infatti, la moda ha conquistato varie mamme famose, da Mariah Carey ad Alanis Morissette. Inevitabile promettere talento e fortuna al nascituro, qualunque sia il sesso. E qualunque sia il disegno. Largo dunque alle pance dipinte firmate da artisti o magari disegnate dal partner, per stupire la famiglia e farsi un dono, anche perché il soggetto più richiesto è proprio un fiocco regalo che trasforma il pancione in un pacco a sorpresa. Non solo nastri. I temi sono diversi e raccontano il modo in cui le mamme vedono se stesse e i figli in arrivo. A farla da padrona è l’ispirazione fantasy, con fatine e romantiche notti stellate, quasi a rendere dolce il riposo al piccolo in attesa del primo sole”

Boom di richieste per questa nuova moda:

“Sono sempre più numerosi gli studi che realizzano book fotografici di pancioni truccati. Ecco allora che i soggetti – e le sedute – aumentano, in un calendario che segue i mesi e i pensieri. Ed ecco soprattutto, un’attenta ricerca di forme e codici di buon auspicio che raccontino al bimbo, divenuto grande, quanto sia stato desiderato. La riproduzione dell’ecografia diventa la magia del “com’eri”. Quella delle fate, il sogno della protezione che si vorrebbe garantire. Fiori e farfalle assicurano ricchezza e libertà, i motivi geometrici sottolineano il potere dell’estetica. A fare la differenza è il sorriso. Sì perché le mamme si divertono e ostentano con orgoglio il pancione che, prima, le metteva a disagio per quella trasformazione improvvisa del corpo che “alterava” la loro bellezza. Nessuna paura per i materiali, tutti atossici e a base d’acqua. Il disegno lascia la traccia, non l’impronta. Basta del sapone per cancellare l’opera e far tornare la pancia una pagina bianca. Per nuove fantasie. E ambizioni”

Tuttavia, questo nuovo trend ha anche alzato numerose polemiche in quanto non tutti sembrano favorevoli al bump painting. Sul web infatti sono nate molte discussioni in merito, e molte donne definiscono questa nuova moda “fuori posto” e spesso “stonata”, assolutamente non consona ad un periodo di vita in cui la donna non dovrebbe ostentare ma tenere per sé un momento “delicato” e dolce come quello della gravidanza.

E voi cosa ne pensate?

Il pancione dipinto: nuovo (e discusso) trend della gravidanza

Hilary Duff, bump painting in gravidanza

Il pancione dipinto: nuovo (e discusso) trend della gravidanza

Alessandra Ambrosio, bump painting in gravidanza

Il pancione dipinto: nuovo (e discusso) trend della gravidanza

Mariah Carey, bump painting in gravidanza

Tori Spelling, bump painting in gravidanza

Tori Spelling, bump painting in gravidanza

Il pancione dipinto: nuovo (e discusso) trend della gravidanza

Bump painting

Il pancione dipinto: nuovo (e discusso) trend della gravidanza

Bump painting

 

 

 

 

 

Potrebbero interessarti anche...