Chiede su Fb di inviare lettere compleanno a figlio autistico e ne riceve 10mila

Chiede su Fb di inviare lettere compleanno a figlio autistico04

FRISCO (TEXAS, STATI UNITI) – Hunter McKinney è un bambino autistico che vive in Texas. Hunter non parla e non ha amici ed è abituato a passare i compleanni da solo con i genitori e il fratellino piccolo. Almeno così è stato fino ad oggi perché Hunter, lo scorso 15 marzo ha potuto finalmente festeggiare il nono compleanno dopo aver ricevuto circa 5mila biglietti di auguri e giocattoli da tutto il mondo.

Ad aver organizzato il tutto, raccolta Il Messaggero, è stato suo papà  Chad Kleis. L’uomo era stanco di vedere ogni anno Hunter spegnere le candeline senza bambini intorno a festeggiarlo. Per questo motivo, il padre a febbraio ha lanciato un appello chiedendo ai suoi amici di Facebook se potevano inviare auguri a suo figlio. Chad sperava di ricevere almeno 20-30 letterine di amici e familiari. Le cose sono andate in modo totalmente diverso: il suo appello è stato condiviso 10mila volte e così la mattina di domenica 15 marzo, il giorno del suo compleanno, Hunter si è svegliato trovandosi  davanti a migliaia di biglietti e di regali da aprire. I biglietti, ricevuti in cartoline e pacchi, sono stati inviati dagli Usa e da luoghi lontanissimi come l’Australia, la Nuova Zelanda e  l’Europa nei giorni precedenti al suo compleanno.

“E’ stato assolutamente pazzesco – racconta Chad – Vorrei poter abbracciare una per una tutte queste persone che hanno regalato amore a mio figlio. Hunter non parla e non riesce a intrattenere relazioni sociali, ma ama divertirsi e avere gente intorno proprio come chiunque altro. Non è in grado di comunicare bene, ma è un ottimo lettore, per cui tutte quelle lettere sono state per lui un regalo enorme”.
 I genitori di Hunter, per non far vedere al figlio le lettere ricevute, per giorni  le hanno accumulate in gran segreto prima in un armadio, poi in una vasca da bagno e infine in garage “”Hunter è rimasto annichilito quando ha visto quella montagna di lettere – racconta Chad – Sopraffatto da qualcosa che non si aspettava assolutamente, ma felice”.
  Finora il bimbo ha letto poco più di duecento lettere, nelle prossime settimane leggerà le altre. Kleis non ha ancora idea di dove potrà conservare tutta quella posta quando Hunter l’avrà letta  ma di certo, ha dichiarato, non se ne disferà mai.  

La famiglia Kleis, prima delle lettere aveva deciso di festeggiare il compleanno in famiglia. Ora, i genitori del bimbo autistico hanno deciso di festeggiare in un bowling di Frisco, invitando tutti quelli che vogliono venire. Per pagare il pizza-party la famiglia ha allestito una pagina “gofundme”. “Hunter è il mio miglior amico – ha detto Chad – Cosa non faresti per il tuo migliore amico?”.

Hunter , oltre alle lettere ha ricevuto anche centinaia di giocattoli. Papà Chad ha deciso di volerli utilizzare per sostenere la Hunters Autism Specials, la sua organizzazione senza scopo di lucro che sostiene le famiglie e lavora con le aziende per un’opera di sensibilizzazione sui problemi dell’autismo. 

 

Potrebbero interessarti anche...