10 donne brutte che sono considerate inspiegabilmente belle: foto

10 donne brutte che sono considerate inspiegabilmente belle: foto

ROMA – “10 donne brutte che sono invece considerate belle”. In rete sta spopolando un post in cui gli autori mostrano la foto di 10 donne “brutte” che -inspiegabilmente, aggiungono- sono considerate belle.

Secondo gli autori del post, pubblicato sul blog Zona San Siro, il pubblico crede a ciò che gli viene propinato ed è per questo che non importa se una donna sia “bella o brutta” ma conta l’immagine che viene costruita intorno.

C’è però da sottolineare che alcune delle donne inserite nel “decalogo” non sono semplicemente considerate belle. Alcune sono considerate icone, di moda e non solo.

Nel sito si leggono parecchi commenti al vetriolo, come quello in merito al fatto che

“Se perfino all’interno di una produzione holliwoodiana sei brutta significa che sei davvero tanto brutta. Non dimenticate infatti che la maggior parte del lavoro di queste star consiste nel curare la proprio immagine e se nonostante tutto poi il risultato è quello che è, significa che la base di partenza è drammaticamente scarsa (per non parlare del massiccio ricorso alla chirurgia estetica che riesce a trasformare donne bruttine in mostri da competizione)”.

Ma vediamo queste 10 donne “brutte ma considerate inspiegabilmente belle”:

 1) Sarah Jessica Parker. Di lei spesso si è detto che, più che bella, è considerata una icona di moda. Si legge sul sito:

Non potevamo che iniziare da lei, l’icona delle autoproclamatesi regine di eleganza e stile. Molto più che bruttina è diventata quello che è grazie alla serie televisiva più wannabe di tutti i tempi, un mix di vorrei ma non posso, banalità e provincialismo”

 2) Lady Gaga, considerata una copia venuta male di Madonna:

“Va bene tutto. Già marchi male perché sei l’emulazione fallita di Madonna vent’anni dopo, ma non è che diventi di colpo gnocca solo perché sei un’icona gay o perché sei un genio del marketing. Se poi nemmeno con photoshop, la chirurgia e tutto il resto riesci a fare il miracolo allora proprio non ce n’è. Resti una cozza con sex appeal pari a zero”

3) Meg Ryan, carina forse qualche anno fa ma quando ha iniziato ad abusare con il botulino la situazione è precipitata:

“Hai azzeccato un paio di ruoli perfetti al cinema e quindi, nonostante una patata americana modello king size in mezzo alla faccia e quel mento “leggermente” volitivo, per un po’ sei perfino riuscita a passare per carina. Ok il sorrisone, il testone biondo, quegli occhi un po’ così. Poi hai avuto la geniale idea di spararti un etto e lascia di botox sulle labbra e di risparmiare rivolgendoti al chirurgo estetico più economico di tutta Los Angeles. Risultato? Ti sei giocata anche quel minimo di simpatia e di finta intelligenza”

4) Kyra Sedgwick, di cui l’autore del post non riesce proprio a capacitarsi come possa lavorare a Hollywood:

“Ricordo ancora la prima cosa che ho pensato quando ho visto Singles (uno dei film pseudo-finto-generazionali più sopravvalutati di sempre, ma è un altro discorso) un milione di anni fa: “ma questa da dove salta fuori?!?!”. Non riesco a capire come sia possibile che una con una faccia e un tipo di recitazione così fastidiosi possa lavorare a quei livelli e con quei ruoli nel mondo della tv e del cinema. Potenza del network di contatti evidentemente”

5) Tori Spelling, famosa più che altro per il telefilm “Beverly Hills 90210”:

“Faceva parte del cast di Beverly Hills 902010 e già allora era inguardabile. Però era la figlia del capo e quindi le facevano fare comunque il ruolo di quella abbastanza gnocca (che va bene tutto ma non esageriamo). Anni e anni di lifting e di trattamenti estetici di ogni tipo non sono riusciti a sortire alcun effetto. Eppure nonostante tutto si sente in dovere di atteggiarsi sempre da figa. Non capisco”

6) Penelope Cruz, che viene definita “bella nella sua non perfezione”:

Potremmo definirla la risposta europea a Sarah Jessica Parker, con l’aggravante che che qui il vorrei ma non posso e il provincialismo sono aumentati all’ennesima potenza dal fatto di essere un’europea che sbarca a Hollywood”

7) Rosanna Arquette, una attrice bravissima sotto il profilo professionale, e forse sottovalutata, ma non certo bella:

“Perché? Qui l’unica domanda da porsi è proprio questa: perché? Stiamo parlando di una delle attrici più interessanti (e incredibilmente sottovalutate) degli ultimi decenni, un’attrice meravigliosa che ha interpretato film memorabili. Per di più mi ha sempre dato l’idea di una simpatica a mille, una di quelle persone con cui ti fai serata alla grande. Ma allora perché ti senti in dovere di atteggiarti a femme fatale se sei carina più o meno come un toporagano? Perché?”

8) Noomi Rapace, per molto tempo considerata una icona:

“Altro mistero della fede. Insignificante dal punto di vista estetico, per un bel po’ è stata l’europea di moda a Hollywood, e tutti a magnificarne le lodi. Non se ne capisce il motivo, anche perché ha sempre  quell’aria di innata simpatia più o meno paragonabile a quella che si ha di solito quando ci si frattura il mignolo del piede contro lo spigolo di una porta. In più è la protagonista di Prometheus, aggravante da non sottovalutare”

9) Anne Hathaway. Sorriso simpatico e occhi grandi. Ma da qui ad essere considerata sex symbol…

“Avrà anche un sorriso che ispira tanta simpatia, ma tutto il resto davvero non riesco a capirlo. Anonima, con uno sguardo che quando fa le pose sexy sembra quello di un pesce lesso. La mediocrità suprema”

10) Julia Roberts, che l’autore del post considera “nulla di che”:

“Una delle più grandi icone mondiali della bellezza degli ultimi 25 anni è una donna bruttina. Per fortuna, se no sai che palle”

Potrebbero interessarti anche...