Spermatozoi in calo tra gli uomini francesi: fertilità a rischio?

PARIGI – I francesi perdono colpi. O almeno spermatozoi. Secondo uno studio francese, infatti, la quantità di sperma degli uomini d’oltralpe si è ridotta di un terzo dal 1989 al 2005, e continua a diminuire con un tasso (in calo) dell’1,9% all’anno.

Il numero di spermatozoi, rassicurano gli esperti, resta comunque sopra il livello di guardia quanto a fertilità. Ma certo il dato non tranquillizza i francesi.

Le cause sarebbero gas di scarico, composti chimici, pesticidi e additivi alimentari. Proprio per questo gli uomini che vivono in città sono molto più a rischio di quelli che vivono in campagna: tra gli urbanizzati il tasso di fertilità diminuisce di un terzo rispetto a chi vive in campagna.

“E’ la prima volta, sottolinea una delle autrici dello studi, Joelle Le Moal, alla Bbc, che si riscontra una grave e generalizzata perdita nella concentrazione e nella morfologia dello sperma sulla scala di un Paese intero sull’arco di un considerevole periodo di tempo. Ciò costituisce un serio allarme di salute pubblica”.

 

 

 

 

 

 

Potrebbero interessarti anche...