Nasce “Crescere Protetti”, il pediatra online sicuro

ROMA – Il Web aiuta le mamme in cerca di suggerimenti per allevare i propri bambini: 3 madri italiane su 4 si rivolgono agli specialisti on line, il 60% usa internet per trovare risposte ai propri dubbi. Questo il risultato dell’indagine “Mamma quanti dubbi” lanciata su Facebook e che ha coinvolto oltre 500 mamme.

”Pediatra e internet, presi singolarmente – spiegano gli autori dell’indagine – sono le due fonti a cui le mamme si rivolgono più spesso quando vogliono informarsi sulla salute del proprio figlio. Al pediatra si rivolge circa il 66% delle mamme, per il web è il 60%. Ma il vero picco di preferenze si ha quando queste due fonti di informazione si combinano insieme: una larga maggioranza di mamme, 3 su 4, ritiene che interagire con uno specialista via web sia lo strumento online migliore per avere informazioni chiare e autorevoli sulla protezione e la cura del proprio bambino”.

Sulla scorta di questi risultati è nato il portale ‘Crescere Protetti’, sviluppato con la consulenza scientifica della Società italiana di pediatria (Sip) e della Società italiana di igiene. ”I pediatri che fanno parte della task force di Crescere Protetti, oltre a garantire una risposta tempestiva alle mamme nel giro di 48 ore sulle tematiche generaliste – spiegano i realizzatori – interverranno anche a rotazione ogni mese durante sessioni di chat live, in cui verranno affrontati gli argomenti piu’ interessanti segnalati dalle mamme stesse”.

”Il pediatra resta la figura più autorevole a cui rivolgersi – dice Alberto Ugazio, presidente Sip – ma il web 2.0 è un’ottima opportunità per migliorare ulteriormente il rapporto mamma-pediatra, per riuscire a essere divulgativi senza perdere di vista la correttezza scientifica dei contenuti. Questo progetto è un utile strumento per aiutare le mamme nel loro ruolo al tempo stesso bellissimo e impegnativo, nonché una piattaforma di dialogo e confronto tra loro e i pediatri”.

La campagna ‘Crescere Protetti’ prevede, oltre al lancio del portale, anche la distribuzione di materiale informativo all’interno degli studi pediatrici. Il progetto è stato realizzato grazie al contributo incondizionato di Napisan-Dettol.

Potrebbero interessarti anche...