La regina Elisabetta è “esibizionista”: veste sgargiante per essere riconosciuta

LONDRA – Sapete perché Elisabetta II indossa sempre abiti in colori squillanti, abbastanza impraticabili da chiunque altra? Perché la regina deve essere sempre visibile da lontano, anche in mezzo a centinaia di persone. D’altra parte ogni suo passaggio in pubblico è un evento, la gente si accalca per vederla e lei non fa altro che facilitare la cosa rendendosi riconoscibile dai sudditi. Altro diktat: mai il nero, riservato ai funerale e al “Remembrance Sunday”, ricorrenza novembrina in cui si ricordano in Gran Bretagna i caduti in guerra.

Sono alcuni piccoli segreti del vestiario di sua maestà raccontati in “Dressing the Queen”, libro pubblicato dalla casa editrice reale. A scrivere è Angela Kelly, ascoltatissima assistente personale della regina. Come si “costruisce” un abito reale? Tutto parte dal tessuto, scelto in base all’occasione in cui dovrà essere sfoggiato. Le assistenti disegnano 4 bozzetti e la regina fa la sua scelta. A quel punto viene confezionato e abbinato agli accessori: scarpe, borsetta e immancabile cappellino. La regina non disdegna il riciclo: dopo qualche mese l’abito usato può essere indossato nuovamente. (Foto Lapresse).

Potrebbero interessarti anche...