Madonna difende le Pussy Riot russe

MOSCA – “Credo nella libertà di parola e sono contro la censura quindi spero che il giudice sia clemente e che siano liberate presto”, così Madonna ha preso le difese delle Pussy riot un gruppo di tre ragazze russe, incarcerate per aver cantato una ‘preghiera punk’ contro Putin. Parlando a Mosca all’Associated press, arriva l’appello della regina della musica pop e autrice di molte provocazioni, che invoca clemenza per le ragazze che saranno processate e che rischiano fino a 7 anni di carcere.

Due settimane prima della salita di Putin alla presidenza nelle elezioni di marzo, la band delle Pussy riot, composta da 5 ragazze, aveva inscenato la protesta politica in una cattedrale di Mosca, cantando “Vergine Maria, fai che Putin vada via”. Tre di loro sono state arrestate e hanno già trascorso 5 mesi in carcere. I gruppi internazionali per i diritti umani le definiscono prigioniere per delitti di opinione. Molti altri musicisti hanno condiviso la voce di Madonna chiedendo la liberazione delle ragazze. (foto Lapresse).

Potrebbero interessarti anche...