Categorie
celebrity

Emily Canham: “Io vittima di bullismo, con YouTube sono rinata” FOTO

ROMA – Emily Canham vive a Londra. Dopo aver lasciato la scuola a 17 anni per aver subito anche degli atti di bullism ha deciso di diventare una YouTuber. Ora, a soli 22 anni, vanta più di un milione di iscritti sul suo canale.

Emily racconta di aver così tanto successo che è costretta a rifiutare offerte di lavoro da 7mila sterline al minuto. La ragazza è originaria di Kettering nella contea del Northamptonshire: ha iniziato a pubblicare video di moda e bellezza sette anni fa per passare il tempo. Emily non voleva più uscire di casa dopo aver lasciato la scuola, dato che non riusciva prorpio a legare con i suoi coetanei. Da qui è nata una passione trasformatasi poi in lavoro.

Come le migliori YouTuber, anche Emily pubblicizza prodotti di moda e make-up- Nel 2016, la L’Oreal l’ha nominata ambasciatrice del trucco:  “Passerò del tempo su YouTube per il resto della mia vita indipendentemente da quello che farò dopo” racconta in un’intervista al Daily Mail.

La giovane è arrivata ad un punto del suo lavoro in cui riesce ad incontrare il Principe Carlo negli eventi mondani in cui viene invitata. Dispone di molti soldi e così può permettersi di portare la sua famiglia e le sue due sorelle piccole al parco Disneyland di Parigi.

Il vlogging, secondo quanto spiega lei stessa, l’ha aiutata anche dal punto di vista della salute mentale: “La scuola non era il posto migliore per me che sono una persona creativa”, ha spiegato ancora al Daily Mail. “Sono stata vittima di bullismo quando ero più giovane, poi nella scuola secondaria c’era molto malumore. Poiché non volevo essere coinvolta in queste cose, mi sono isolata”. 

Emily è stata così costretta a terminare la scuola dell’obbligo studiando a casa da privatista. A 17 anni ha terminato definitivamente di studiare: “YouTube è stata la cosa che mi ha evitato di avere problemi di esaurimento.

Ma come ha iniziato? “Dato che trascorrevo tanto tempo a casa e non insieme ai miei amici, ho pensato: ‘Proviamo ad usare YouTube’”‘. Emily ha raccontato di aver realizzato alcuni video che poi ha cancellato: “Ho realizzato alcuni video, li ho cancellati e non caricati. Mi ci sono voluti circa sei mesi per riuscire effettivamente a caricare il mio primo video. Da quel momento gli iscritti al mio canale sono cresciuti costantemente. Ho cominciato a fare questa cosa per hobby. Ci sono ‘caduta’ per caso”. 

Cosa pensano i suoi genitori? “Mia mamma mi disse che mi avrebbero sostenuto solo per sei mesi e che poi mi sarei dovuta pagare l’affitto. All’inizio non guadagnavo niente, ma questa cosa mi ha dato gioia e mi ha aiutato a fuggire dai miei problemi” . I soldi sono cominciati ad arrivare due anni dopo l’abbandono della scuola: “Ricordo di aver ricevuto il mio primo pagamento da YouTube da 60 sterline. Ho pensato: ‘Me li sono guadagnati facendo qualcosa che mi dà tanta gioia!'”. 

Ora Emily sta cercando di capire come gestire tutti questi iscritti sul suo canale e si sente davvero bene. Riesce a guadagnare facendo cose che le piacciono. E’ anche totalmente libera perché non dipende più ecomonicamente da nessuno. Da quando è una YouTuber sta bene anche dal punto di vista mentale ed ha superato tutte quelle timidezze che l’hanno costretta a lasciare la scuola per colpa dei bulli.  YouTube, per Emily, è stato insomma uno strumento che potremmo definire “pedagogico”. Non resta che vedere i suoi video andando sul canale copiando l’indirizzo che segue: https://www.youtube.com/channel/UC4BZ3uEbmdP7uhKS2dnZcLQ.