Chiara Cainero: incinta di 5 mesi vince oro nel tiro a volo

Chiara Cainero: incinta di 5 mesi in finale di tiro a volo

ROMA – Chiara Cainero: incinta di 5 mesi vince una finale di tiro a volo. Confessa alla Gazzetta dello Sport che l’unico problema sono le nausee. Ma sembra le regga bene Chiara Cainero, in dolce attesa da 5 mesi e protagonista agli Europei a Suhl in Germania di tiro a volo dove è entrata in finale di skeet al primo posto prima di confermarsi con l’oro. La campionessa olimpionica (oro a Pechino) deve rassicurare il cronista ancora sbalordito dalla sua performance. No, il rinculo del fucile non è pericoloso, e nemmeno il bang del fucile. E poi non ci sta a passare per debilitata, o peggio bisognosa di riposo e cure e insomma a casa non ci sta. Ma non è certo una ragazza irresponsabile:

La mia ginecologa, Rosanna Palmiotto, è voluta venire a vedermi in allenamento. Mi ripete che “la gravidanza è una condizione fisiologica della donna, non una malattia”. Mi ha detto: “Non c’è ragione per cui io te lo impedisca, farà bene a te e al bambino”.

Già, il bambino: dovrebbero iscrivere anche lui nell’elenco dei partecipanti all’Europeo. Nome, Edoardo, età, meno 5 mesi. Comunque, a parte il curioso record, ha convinto la madre a darsi una calmata sul numero di cartucce sparate giornalmente:

“Mi alleno molto meno. Normalmente sparo 250-300 colpi quasi tutti i giorni. Da quando sono incinta ho ridotto a 100-125 un giorno sì e uno no. E poi ovviamente non vado a correre”. Andrà a finire che si scoprirà  guardando agli eccellenti risultati, che la gravidanza aiuta a sparare: “Sì, è così, Sapere di avere una creatura che cresce dentro di te ti dà una forza incredibile. Ti dà consapevolezza, ti rende conto che le scale di valori, le emozioni cambiano improvvisamente. E’ come se capissi meglio tante cose. Per questo ho cominciato a tenere un diario. Mi sto segnando queste emozioni. Penso che potrà darmi forza anche in altri momenti della vita”. Bel colpo Chiara.

Potrebbero interessarti anche...