benessere

Intestino sano, questo tipo di yogurt è la variante più indicata

Intestino sano, questo tipo di yogurt è la variante più indicata

Quando si parla di yogurt circola molta confusione sui benefici di questo alimento. Non sempre è alleato della linea e molto dipende dal tipo di alternativa che si sceglie.

Sebbene ci siano molti modi diversi per consumare i probiotici, lo yogurt è uno di quelli più convenienti e gustosi per ottenere una dose giornaliera di questi microrganismi alleati dell’intestino.

I probiotici aiutano a mantenere l’equilibrio e la regolarità nel tratto digestivo. Possono anche svolgere un ruolo importante nel sistema immunitario e contrastare l’infiammazione nel corpo.

Quale yogurt scegliere.

Se pensate di poter ottenere probiotici da qualsiasi tipo di yogurt, spiacenti per voi, non è così. Molti non li contengono. Spesso sono quelli con più zuccheri aggiunti. E’ importante controllare gli ingredienti per conoscere se hanno o meno fermenti lattici vivi.

Vi consigliamo di optare per quello bianco semplice, senza zuccheri aggiunti. Non è necessario mettere nel carrello la variante con pochi grassi, perché spesso contiene maggiori zuccheri di quello intero. Poi potete aggiungere voi dei pezzi si frutta fresca, un cucchiaino di burro di arachidi (non zuccherato) o della frutta secca.

Quello greco passa attraverso un processo di filtraggio che rimuove gran parte del liquido, creando così una consistenza più densa e cremosa. Questo processo rende le proteine ​​più concentrate. Ma attenzione perché spesso oltre al liquido vengono rimossi anche i probiotici.

La variante islandese passa attraverso un processo simile a quello greco, ma più intenso. A causa di questo sforzo aggiuntivo, potrebbero essere rimossi ancora più probiotici.

Il kefir viene spesso inserito nella categoria dello yogurt e non casualmente spesso di trova vicino allo yogurt al supermercato. Ma in realtà è più una bevanda fermentata.

Il kefir contiene spesso più probiotici dello yogurt. Potrebbe avere fino a 61 diversi ceppi di batteri probiotici. Questo lo rende senza dubbio la scelta migliore per la salute intestinale. Foto di Imo Flow da Pixabay.