Categorie
benessere

Cellulite, alimenti ed esercizi che aiutano a prevenirla ed eliminarla

La cellulite è piuttosto comune tra le donne. Nonostante dovremmo imparare a conviverci e non pensare alla cellulite come un inestetismo, spesso ci capita di volerla combattere. Se anche tu ti senti a disagio con la cellulite e vuoi lavorare per cercare di ridurla, ci sono alcune cose che dovresti sapere.

Innanzitutto, si tratta di una caratteristica che colpisce lo strato più profondo della pelle. Pertanto, se vuoi ridurla, la prima cosa che dovrai capire è il motivo per cui si verifica. Dovresti andare da un medico per fare una diagnosi, visto che non sempre la cellulite è associata a obesità o aumento di peso. Infatti, non è raro vedere donne in forma con la cellulite.

Nell’ipoderma si accumulano gli adipociti, cellule responsabili dell’accumulo di grasso con diverse funzioni, tra cui la termoregolazione o la protezione. Quando questi adipociti aumentano molto di dimensioni, si forma l’inestetismo tanto odiato dalle donne, in quanto spingono il resto della struttura formando dei piccoli “dossi”.

Le cause della cellulite sono molteplici. Dobbiamo capire che è multifattoriale, può avere origine endocrina, circolatoria, epatica…

Questo però non vuol dire che non possiamo lavorare per cercare di ridurla. Ci sono due fattori chiave che possono aiutarci: le nostre abitudini alimentari e l’attività fisica. Fare esercizio regolarmente e seguire una dieta sana ed equilibrata è essenziale, ma devi sapere cosa fare e cosa mangiare per porre fine alla cellulite e prevenirne la comparsa.

Leggi anche:  8 consigli pratici ed efficaci contro cellulite e buccia d’arancia

L’importanza dell’allenamento della forza

Quando si parla di sport, un grosso errore che le persone commettono è quello di credere che per combattere la cellulite sia necessario concentrarsi sull’allenamento cardio. Eppure, ricorda che il grasso non “brucia”. Il grasso può essere utilizzato come substrato quando si tratta di produrre ATP, la molecola energetica, ma dietro c’è un processo molto più complesso e multifattoriale. Quindi in realtà c’è molto a che fare con il lavoro di forza. E non aver paura di sviluppare troppa muscolatura, non succederà se non fai un allenamento e una dieta molto specifici per aumentare la massa muscolare. E’ molto importante anche il lavoro di Hiit, ottimo alleato per aumentare il dispendio calorico e aumentare la massa muscolare.

Esercizi se hai la cellulite morbida

Come abbiamo detto, non tutta la cellulite è uguale. E nemmeno gli esercizi consigliati per combatterla sono tutti uguali. La cellulite morbida è distribuita, spugnosa, con alterazioni del microcircolo ed edema. “ato che le aree più comuni in cui appare sono nella parte inferiore del corpo, è importante eseguire routine di esercizi focalizzate su quest’area. Discipline consigliate dagli esperti per agire su questo tipo di inestetismo sono: la corsa, la camminata in salita, la bicicletta, il nuoto, una routine HIIT focalizzata su gambe e gluetei.

Esercizi in caso di cellulite edematosa

In questo caso, oltre a quanto sopra, hai dei micronoduli adiposi. E’ necessario tonificare i muscoli in cui è presente un accumulo di grasso, per questo sono importanti gli esercizi di forza. Un buon modo per farlo è usare gli elastici. Pertanto, è possibile eseguire alcuni esercizi con le bande elastiche.

Esercizi in caso di cellulite dura o fibrosa

La cellulite fibrosa è il caso più difficile da eliminare, poiché si insedia in profondità nei tessuti e si presenta sotto forma di depositi di grasso duro. Come gli altri tipi, di solito compare nella parte inferiore del corpo, quindi esercizi di forza e una routine cardio sono lo strumento principale per lavorarci. Per questo, dovresti combinare esercizi come corsa, nuoto, ciclismo e HIIT con un focus sulla forza della parte inferiore del corpo.

Dieta e cellulite, alimenti da evitare

Evitare determinati cibi nella dieta migliorerà la circolazione. Secondo gli esperti dovresti limitare cibi come quelli lavorati, quelli fritti o i dolci, oltre a tabacco e alcol. Nonché cibi molto calorici, che favoriscono la ritenzione e l’aumento delle dimensioni degli adipociti.

Ricorda che per lavorare sulla cellulite è molto importante prenderci cura di ciò che mangiamo, poiché il cibo e il modo in cui lo cuciniamo giocano un ruolo fondamentale nel combatterla. Tutti quegli alimenti lavorati, raffinati, che hanno zucchero aggiunto o qualsiasi tipo di grasso non salutare ne favoriranno la crescita.

Alimenti che devono far parte della tua lista della spesa

La dieta deve essere equilibrata, ogni giorno bisogna prevedere almeno 2-3 porzioni di verdura, di cui almeno 1 porzione cruda. 2-3 frutti al giorno e che non siano sempre gli stessi. Secondo gli esperti, l’ideale è sempre variare, poiché ogni frutto ci fornisce nutrienti diversi. Nella dieta è anche importante che ci sia una quantità sufficiente di proteine da includere in tutti i pasti. I grassi che introduci devono essere sani (avocado, olio extravergine d’oliva, frutta secca, pesci grassi), anche se non dovresti abusarne e devi introdurre carboidrati in ogni pasto. Questo sempre a seconda dell’attività fisica che viene svolta. In questo caso è importante anche il valore nutritivo, quindi è interessante che siano sempre integrali e che almeno 2 porzioni settimanali siano di legumi.

E devi anche tenere a mente il modo in cui cucini i tuoi cibi. La cottura può fornire calorie extra e di scarsa qualità, come nei fritti. Nel caso delle verdure, è importante che almeno una porzione sia cruda. Questo non significa che sia meglio assumere verdure crude che cotte, semplicemente la disponibilità di nutrienti che troviamo è diversa, poiché ci sono vitamine e minerali che si modificano in base alla temperatura. 

Spuntini sani

Quando senti fame, opta per spuntini sani. Gli esperti di nutrizione consigliano frutta, latticini magri (yogurt, formaggi magri) senza aggiunta di zuccheri. Ma anche frutta secca (tieni conto delle quantità), salumi magri e di qualità. E ovviamente anche verdure crude (carote, sedano, cetriolo, finocchio).