Categorie
benessere

Camminata veloce VS corsa: quale esercizio è giusto per te?

Stai cercando un allenamento all’aria aperta? Ovviamente, le tue due scelte principali sono la camminata veloce o la corsa. Ma quale ti aiuterà a raggiungere i tuoi obiettivi di fitness più in fretta? Questa è una domanda più spinosa di quanto potresti pensare. Quindi, abbiamo cercato di mettere le cose in ordine.

Vantaggi della corsa

Innanzitutto partiamo con il dire che la corsa è un ottimo allenamento. Supponendo che tu sia sano e relativamente in forma, iniziare a correre rafforza il cuore e i polmoni, tonifica i muscoli delle gambe, migliora l’umore, brucia i grassi, migliora la densità ossea e aumenta la funzione immunitaria.

La corsa è un ottimo allenamento cardio.

Secondo uno studio del 2015,  “La corsa, anche 5-10 minuti al giorno e basse velocità <6 mph, è associata a rischi notevolmente ridotti di morte per tutte le cause e malattie cardiovascolari. Quindi non devi diventare un maratoneta per trarne molti benefici.

Se corri progressivamente, andando un po’ più lontano, più veloce o entrambi progressivamente nel tempo, la corsa può contribuire a renderti più forte e in forma per tutta la vita.

La corsa ti aiuta a bruciare calorie.

Come ogni attività fisica, la corsa eleva il metabolismo al di sopra del normale ritmo di riposo, bruciando così calorie aggiuntive. Fare jogging a un ritmo di 8 minuti per chilometro per un’ora, un uomo di circa 80 chili brucia circa 800 calorie. Fallo abbastanza spesso, insieme a seguire una dieta equilibrata, e la corsa ti aiuterà anche a dimagrire.

Benefici della camminata veloce

Molti dei vantaggi della corsa si applicano anche alla camminata.

Camminare è un buon allenamento cardio.

Se intraprendi una routine di camminata veloce regolare dopo un periodo sedentario, il tuo sistema cardiovascolare e i muscoli della parte inferiore del corpo diventeranno più forti. Il tuo umore migliorerà e il tuo sistema immunitario funzionerà meglio. Camminando per 60 minuti a una velocità vivace, un uomo di 80 chili brucia circa 360 calorie.

Camminare è un esercizio a basso impatto.

Camminare è un’attività a  basso impatto, il che la rende un’attività fisica ottimale quasi per tutti. Poiché è meno intenso della corsa, i benefici per la salute della camminata sono meno duraturi. Puoi contrastare questa cosa rendendo i tuoi allenamenti più intensi. Per esempio, puoi fare escursioni in montagna, camminare in salita o trasportare uno zaino o un giubbotto appesantito.

Leggi anche: Dimagrire con la camminata: il piano di 31 giorni per perdere peso

È meglio camminare o correre?

A condizione che tu sia sano, non puoi sbagliare con nessuna delle due attività.

La differenza principale tra la camminata veloce e la corsa è che la seconda è più impegnativa e ci vuole un allenamento maggiore. Fare jogging lento può essere meditativo e rilassante per chi è super-in forma, ma è un allenamento faticoso per la maggior parte delle persone.

Camminare è un esercizio molto più abbordabile. Puoi incorporare la camminata veloce nella tua giornata (chattando con gli altri o conversando al telefono mentre cammini). Dopo la camminata, la maggior parte delle persone si sente concentrata e rilassata. E a meno non ci sia un caldo torrido, spesso non è necessario nemmeno fare la doccia dopo.

La risposta?

Se stai cercando un’attività per migliorare rapidamente la forma fisica e la salute cardiovascolare, con un investimento di tempo minimo e sei già in buona forma, la corsa è la strada da percorrere. Se vuoi qualcosa che sia rilassante, sociale e facile da fare sempre e ovunque, la camminata veloce è la tua scelta.

Leggi anche: La camminata fa dimagrire ma solo se la fai in questo modo

Qual è migliore per dimagrire, la corsa o la camminata?

Molti fattori influenzano la perdita di peso, ma quello che influenza di più è l’equilibrio energetico, noto anche come “calorie in entrata, calorie in uscita”.

“Calorie in entrata” si riferisce all’energia consumata sotto forma di cibo e bevande. “Calorie in uscita” si riferisce all’energia bruciata durante le attività quotidiane. Se le “calorie in entrata” superano le “calorie in uscita”, aumenti di peso. Al contrario, invece, dimagrisci.

Poiché la corsa brucia circa il doppio delle calorie al minuto rispetto alla camminata, penseresti che sia la scelta migliore per dimagrire. Ma non è così semplice. Per quanto la corsa possa essere utile, c’è un limite alla quantità di essa che un atleta medio può sopportare. Uno studio del 2000  ha  rilevato che gli infortuni sono molto meno comuni tra chi esegue la camminata in modo regolare rispetto ai runner. Uno studio separato ha rilevato che il 27% dei corridori alle prime armi subisce infortuni ogni anno; per i maratoneti, la percentuale sale a oltre il 50%.

E proprio qui è il vantaggio della camminata. La maggior parte delle persone sane può camminare a intermittenza per diverse ore al giorno e non sentire effetti negativi. Periodi regolari di camminata durante il giorno – non correlati all’esercizio fisico formale – sono stati collegati  a una migliore salute metabolica e anche a una migliore composizione corporea.

Quindi, anche se con la corsa brucerai calorie al minuto più velocemente, camminare può essere almeno altrettanto efficace nel controllare il peso. Questo perché potresti essere più propenso a proseguire con questo esercizio fisico per periodi più lunghi e più regolarmente nel tempo. Diciamo che è la classica storia della tartaruga e la lepre.

L’esercizio che ti farà perdere più peso è quello che farai in modo più costante e regolare. E non c’è regola che stabilisca che non puoi fare entrambe le cose.

  • Corri un paio di volte a settimana per i benefici cardiovascolari.
  • Cammina il più spesso possibile per rilassarti e bruciare i grassi.