Categorie
benessere

La camminata veloce un aiuto per dimagrire e per contrastare l’invecchiamento del cervello

Che la camminata veloce sia un valido aiuto per chi vuole dimagrire è ormai cosa nota. Ma ora un nuovo studio suggerisce che questo allenamento contrasta anche l’invecchiamento del cervello e ci aiuta a mantenerci in salute.

La camminata veloce, si sa, è un ottimo allenamento. I suoi vantaggi sono numerosissimi. E’ una forma di esercizio molto efficace, a basso impatto e senza rischi per la salute. Inoltre, aiuta il buonumore e, adesso, sappiamo anche che aiuta a ridurre l’invecchiamento del cervello.

A dirlo sono i risultati di uno studio condotto da alcuni ricercatori dell’Università del Texas apparso su National Library of Medicine. Secondo lo studio, chi camminava spesso mostrava punteggi più alti nei test cognitivi e un minor numero di episodi di perdita di memoria. Inoltre, risultava migliore anche il flusso sanguigno all’interno del cervello. Nello specifico, la camminata veloce praticata regolarmente rappresenta un buon aiuto per rallentare il progredire della demenza.

Leggi anche: Dimagrire con la camminata: il piano di 31 giorni per perdere peso

La camminata veloce contrasta l’invecchiamento del cervello, lo studio

Per questo studio, i ricercatori hanno preso in esame 70 soggetti adulti, uomini e donne, di età media pari a 55 anni. A metà dei partecipanti è stato detto di scegliere tra diverse attività fisiche di tipo aerobico (nuotare, ballare, andare in bici oppure la camminata veloce). L’altra metà, che era il gruppo di controllo, non ha praticato attività fisica se non stretching e tonificazione muscolare.

Il gruppo di partecipanti che praticava attività ha iniziato praticando te volte a settimana, scegliendo soprattutto la camminata. I soggetti hanno poi incrementato il numero di sessioni fino a raggiungere le 5 volte a settimana nell’arco di 6 mesi.

In tutto, solo 50 volontari hanno terminato lo studio, che è durato 1 anno. Tutti hanno evidenziato dei miglioramenti nei test cognitivi. Tuttavia, il gruppo più attivo ha mostrato un miglioramento maggiore sia dal punto di vista mentale che della salute fisica.

Leggi anche: La camminata fa dimagrire ma solo se la fai in questo modo