Categorie
benessere

Caduta dei capelli, cibi per contrastarla

La caduta dei capelli è molto comune in questo periodo dell’anno.

La maggior parte degli adulti perde in media 75-100 capelli al giorno in base a un processo naturale.

Nei cambi di stagione possiamo arrivare a perdere anche 150 capelli e dunque se sulla spazzola vedete più ciocche potrebbe essere solo qualcosa di momentaneo.

Tra le più importanti cause della perdita di capelli nelle donne troviamo il Diiddrotestosterone (DHT)e la Prostaglandina PGD2, un enzima che “spegne” letteralmente i follicoli piliferi.

Ricordiamo che alla base della caduta possono anche esserci fattori genetici, lo stress o malattie autoimmunitarie.

Ma anche i cambiamenti ormonali in menopausa o gravidanza, così come i regimi alimentari sbagliati.

Ecco alcuni alimenti che possono combattere la caduta dei capelli

Secondo quanto riportato dal sito Healthline, il tè verde contiene quantità elevate del composto vegetale EGCG, che può supportare la crescita dei capelli bloccando il DHT dai follicoli piliferi dannosi.

In alcuni studi in laboratorio è stato dimostrato che l’acido laurico, predominante nell’olio di cocco, può bloccare la produzione di DHT, ma sono ancora necessari studi sull’uomo per quel che riguarda tali benefici.

Le cipolle contengono la quercetina antiossidante, che potrebbe bloccare la produzione di DHT, ma anche in questo caso sono necessari ulteriori studi.

I fagioli edamame contengono isoflavoni e potenzialmente altri composti che possono abbassare i livelli di DHT negli esseri umani per aiutare a combattere la caduta dei capelli.

Sì alle uova, che sono una buona fonte di biotina, un minerale che può aiutare a stimolare la crescita dei capelli.

La biotina è contenuta anche nella carne, nel pesce, nelle noccioline, nei semi, ma anche in patate dolci, spinaci e broccoli.

Le noci del Brasile sono un’eccellente fonte di selenio, minerale che può aiutare a stimolare la crescita dei capelli (attenzione a non esagerare con i grammi).

Il pesce può essere una buona fonte di omega 3 e vitamina D, che può migliorare la salute dei capelli.

Si può variare tra salmone, sgombro, tonno, aringa, sardine.

Anche la vitamina D può aiutare a migliorare la chioma.

Dove trovarla: cereali da colazione, succo d’arancia, yogurt, bevande di soia, pesce grasso, fegato di manzo, formaggio, funghi.

Nota bene: questo articolo non vuole in alcun modo essere sostitutivo dell’autorevole parere del medico.

Foto di StockSnap da Pixabay.