Come attivare il metabolismo? Qualche consiglio

ROMA – Chi è in perenne lotta con i chili di troppo sa bene che il “metabolismo lento” è uno dei peggiori nemici delle diete. Un metabolismo veloce aiuta a bruciare più calorie e più velocemente, ma come fare per attivare il nostro metabolismo?

Il metabolismo basale rappresenta il minimo dispendio energetico necessario a mantenere le funzioni vitali ed è attivato dal sistema ormonale: in sostanza dipende tutto dagli ormoni, le molecole che come dei messaggeri trasmettono le informazioni necessarie alle cellule per il loro funzionamento.

Per fare in modo che il sistema ormonale, e dunque il metabolismo, funzioni in maniera corretta, basta seguire poche semplici regole alimentari e di benessere.

[LEGGI ANCHE: Jessica Biel e la “dieta delle 3 ore”: ecco come è dimagrita 5 chili in 1 mese ]

Ecco qualche consiglio per attivare il metabolismo:

– Fare una buona colazione. La colazione deve essere abbondante ed equilibrata: consumare frutta e fibre e ricordarsi di aggiungere una piccola dose di proteine. Questo è il “mix” giusto per dare una bella spinta al nostro metabolismo, “insonnolito” anche lui dalle ore di sonno della notte. Una colazione formata da yogurt, pezzi di frutta e cereali è l’ideale.

Consumare tanti piccoli pasti al giorno. È ormai risaputo che per tenere attivo il nostro metabolismo è meglio consumare tanti piccoli pasti al giorno piuttosto che pochi pasti con porzioni abbondanti. È preferibile dunque consumare piccole porzioni a colazione, a metà mattina, a pranzo, nello spuntino del pomeriggio e a cena piuttosto che abbuffarsi a pranzo e a cena e non fare gli spuntini.

[LEGGI ANCHE: Cellulite: tutti i segreti. Come prevenirla e combatterla ]

Mangiare la frutta. La frutta contiene fibre e vitamine e riveste un ruolo fondamentale per velocizzare il nostro metabolismo. Sono consigliati gli agrumi, che sono ricchi di vitamine e pochi zuccheri. Il pompelmo è un ottimo frutto: ricco di Vitamina C, riduce i livelli di insulina ed è in grado di ridurre il peso corporeo grazie alla presenza di narigenina. La frutta è ottima come spuntino, sia della mattina sia di metà pomeriggio: mele e pere aiutano a ridurre la fame, regolarizzano l’intestino e abbassano il colesterolo.

– Spuntini.  Oltre alla frutta sono ottimi anche spuntini a base di centrifugati di frutta e verdure. Freschi e gustosi, riempiono con poche calorie. Un esempio di ottimo centrifugato è quello composto da 200 grammi di yogurt greco, una decina di fragole, una banana, una manciata di mirtilli e una tazza di spinaci crudi. Una carica di energia e vitamine: il nostro fisico ci ringrazierà.

– Condimenti. Come condimento sarebbe bene prediligere l’olio extra vergine d’oliva a crudo. Possibilmente biologico, che fornisce la giusta dose quotidiana di grassi “sani”.

– Evitare prodotti con additivi e conservanti. Questi prodotti non vengono metabolizzati come alimenti, ma come sostanze chimiche e quindi possono ostacolare il normale lavoro metabolico delle cellule del fegato, il nostro supervisore gastronomico.

– Tè verde. Dovremmo abituarci a bere regolarmente tè verde, che fa bene alla diuresi ma soprattutto alla salute. Preferendo le foglioline sfuse perché conservano tutte le proprietà benefiche, tra cui la notevole quantità di catechine, flavonoidi con potenti effetti antiossidanti.

– Dormire almeno 8 ore a notte. Molti studi hanno dimostrato che le persone che soffrono di insonnia o che non dormono abbastanza tendono ad aumentare di peso. 8 ore è poi il tempo necessario per raggiungere lo stadio di sonno profondo durante il quale l’organismo si rigenera in tutte le sue componenti.

[LEGGI ANCHE: Sport: dimagrire con la camminata veloce, tutti i consigli ]

Bere. Ricordarsi di bere tanta acqua, che aiuta a liberare il corpo dalle tossine stimolando la diuresi. Sarebbe bene bere almeno 2 litri di acqua al giorno.

Potrebbero interessarti anche...