Categorie
photogallery

Michelle Obama: “Barack? Lo amo più di prima”

CHARLOTTE (NORTH CAROLINA, STATI UNITI) – La Casa Bianca non ha cambiato Barack Obama: “il suo carattere, le sue convinzioni sono quelle dello stesso uomo di cui mi sono innamorata e che amo più  di prima. Un uomo che ha iniziato la sua carriera rifiutando lavori strapagati per occuparsi degli altri. Per lui non contano i soldi che si guadagnano ma la differenza che si fa nella vita degli altri”. Così Michelle Obama sul palco della convention democratica, delineando un ritratto del marito dal punto di vista umano e caratteriale. La first lady ha esordito sulle note di “Sealed, Sealed, Delivered” di Stevie Wonder in un abito smanicato rosa firmato da Tracy Reese, con la gonna a ruota.

Michelle Obama è stata introdotta da una mamma in servizio militare, Elaine Brye, che le aveva scritto per ringraziarla di quanto questa amministrazione sta facendo per gli uomini e le donne in divisa. “Oggi amo mio marito ancora più di quattro anni fa e ancora più di 23 anni fa quando mi venne a prendere per il nostro primo appuntamento. Amo il fatto che non abbia mai dimenticato da dove viene. Ciò che amo in Barack è che per lui non esiste il noi e il loro. Perché essere presidente non cambia chi sei ma lo rivela”, ha detto Michelle sottolineando quanto i problemi della gente comune siano il perno delle politiche del marito. “Non parlo solo come first lady o come moglie – ha insistito – perché il mio titolo più importanteè  “mamma in capo” di Malia e Sasha. Per un mondo migliore per i nostri figli, per dare fondamento ai loro sogni e offrire loro opportunità senza limiti, dobbiamo lavorare come mai prima d’ora, uniti e sostenendo un uomo in cui crediamo: mio marito, Barack Obama”.

Alla convention,  lo stile di Michelle è ancora una volta impeccabile: uno stile che quasi sempre gioca sui punti di forza della ‘first lady’. La ‘first lady’ ha scelto infatti un abito in seta stampata rosa e grigio firmato da Tracy Reese, in tinta con le scarpe, decollete rosa con tacco 12, firmate J.Crew. Praticamente nessun gioiello tranne gli orecchini e il vezzo dello smalto grigio. Ma il suo accessorio migliore sono state le braccia: super toniche e palestrate, esaltate dal giro maniche all’americama.

(LaPresse)

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.