Claudine Doury esplora l’adolescenza fotografando la figlia

21 Giugno 2012 - di marina_cavallo

PARIGI – La fotografa Claudine Doury è membro dell’agenzia VU e vincitrice di numerosi premi (tra cui il “Premio Leica Oskar Barnack” nel 1999, il “World Press” nel 2000 e il “Prix Niépce” nel 2004), ha lavorato a lungo sul tema dell’adolescenza.



Per anni, Claudine Doury ha fotografato sua figlia Sasha. Spiega  Mélanie McWhorter in occasione dell’ultima esposizione delle foto dell’artista a febbraio alla Galerie Particulière di Parigi:

“..se una ragazza sopravvive all’adolescenza, una donna inevitabilmente prende il suo posto. Sasha è una di queste giovani donne. Sua madre, la fotografa Claudine Doury, cattura Sasha attraverso il mirino della sua macchina fotografica, e siamo tutti testimoni dei momenti che Doury sceglie di documentare: le avventure di adolescente si ricongiungono agli ultimi capricci dell’infanzia. La foresta circonda Sasha, dagli ultimi giorni d’estate fino alla fine dell’inverno, dal verde al marrone, dalla vita alla morte. “