Con chi non andare mai in vacanza: vademecum di sopravvivenza estiva

Con chi non andare mai in vacanza: vademecum di sopravvivenza estiva

ROMA – Capita di non organizzarsi per tempo per le vacanze, così come capita che impegni o imprevisti facciano crollare i nostri bei progettini estivi, riducendoci all’ultimo minuto a scegliere dove e soprattutto con chi andare in vacanza.

Se si escludono i viaggi organizzati, in cui normalmente non si conoscono i compagni di avventura e che quindi necessitano di un grande spirito di adattamento, si può sempre scegliere  con chi partire; pensandoci bene però, per evitare che le tanto desiderate vacanze  si trasformino in un incubo da cui si vorrebbe fuggire o in un’esperienza involontariamente comica che al massimo si può raccontare ai nipoti, quando e se ci saranno, è bene sapere soprattutto con chi NON andare mai in vacanza.

All’apparenza sembra un’impresa impossibile, ma a ben vedere ci sono delle categorie e delle situazioni da cui è molto facile tenersi alla larga se ci si vuole almeno riposare un po’; vediamone alcune:

– La coppia litigiosa e/o appiccicosa. Non importa se lui o lei, o magari tutti e due, sono carissimi amici; meglio evitare di andare in vacanza con loro. Il viaggio si trasformerà in un inferno già al secondo giorno, e il vostro ruolo sarà inevitabilmente relegato a quello di mediatrice tuttofare, senza alcun diritto di esprimere una preferenza.

– Farsi ospitare a casa di chi si conosce poco. Avete presente quella collega tanto simpatica che però non avete mai avuto modo di frequentare? O quell’amico di un amico carino e disponibile che però vive in un’altra città? Ecco, se vi invitano a trascorrere qualche giorno nella loro casa al mare, pensateci veramente bene: non li conoscete e potrebbe rivelarsi la più grande fregatura dell’estate. Senza contare poi, che quando si è ospiti di qualcuno, non si può mica andare via su due piedi… Meglio allora la pensione “Miramare”: magari è meno chic, ma almeno sarete libere.

– Parenti di ogni tipo. Non importa se si tratta di vostra madre o di una simpatica cugina coetanea: le vacanze con i parenti sono destinate a diventare dei campi di battaglia e a creare strascichi destinati a resistere almeno fino al Natale successivo… Ne vale la pena?

– Gli amici molto più ricchi. Tutti, o quasi, abbiamo almeno un paio di amici con una disponibilità economica nettamente superiore alla nostra. Non lasciamoci ingannare allora da frasi tipo “Quest’anno facciamo qualcosa di semplice”, oppure ” Si spende pochissimo, vieni!”: semplicemente non è vero. Vi troverete ad essere obbligate a spendere cifre che non avete e a dover pure commentare tutte contente che il ristorante  è veramente economico dopo aver speso una cifra folle per restare quasi a digiuno. I ricchi ragionano secondo i loro standard, che quasi mai coincidono con la realtà.

– Gli amici molto più poveri. Anche andare in vacanza con chi ha un budget molto più basso del vostro è una di quelle mosse che possono rovinare una vacanza. Non importa se sarete in un luogo magnifico, dovrete comunque adattarvi a delle regole diverse, che probabilmente escluderanno cene di pesce, hotel carini, shopping ecc, in favore di un panino al mare, un campeggio, una coda sotto il sole per prendere un bus… E la chiamate pure vacanza??!

Potrebbero interessarti anche...