Capelli bianchi: donne che dicono (felicemente) no alla tinta

Capelli bianchi: donne che dicono (felicemente) no alla tinta

ROMA – Non tutte le donne hanno un rapporto conflittuale con i capelli bianchi. Molte di loro hanno rinunciato alla tinta e vivono in modo naturale il tempo che mostra il segno degli anni che passano sulla loro capigliatura. Va detto che per portare con disinvoltura i capelli serve una forte personalità, altrimenti il consiglio è quello di recarsi regolarmente dalla parrucchiera e fare il colore. Ma attenzione: non sono solo le donne che hanno superato gli anta a scegliere di dire addio alla colorazione, ma anche le ragazze più giovani, che scelgono il bianco come colore per non passare inosservate.

Lo stile di vita e lo stress non c’entrano. La vera responsabile dei capelli grigi delle donne è, prove alla mano, la genetica. Anche i prodotti chimici usati negli anni possono in qualche modo contribuire ma è ancora tutto da dimostrare. Una cura sperimentata qualche anno fa per la vitiligine si e’ dimostrata capace di restituire colore ai capelli bianchi, con una ricerca pubblicata online su ‘The Faseb Journal’. Lo studio internazionale condotto al Center for skin sciences della University of Bradford, nel Regno Unito, insieme all’Institute for Pigmentary Disorders e alla EM Arndt University Greifswald, in Germania, ha dimostrato che a fare sbiancare le chiome sia un eccesso di stress ossidativo, con conseguente accumulo di perossido di idrogeno nel bulbo pilifero dei capelli. In particolare gli studiosi hanno osservato un gruppo internazionale di 2.411 pazienti affetti da vitiligine di differente livello, patologia che provoca chiazze bianche su pelle, capelli, peli, ciglia e sopracciglia, scoprendo che ad alcune forme della malattia corrisponde una evidente diminuzione delle capacita’ antiossidanti da parte di alcuni enzimi e quindi il massiccio accumulo di stress ossidativo.

Potrebbero interessarti anche...