Frutta, verdura e pesce azzurro: la spesa in tempi di crisi

La crisi colpisce anche le tavole degli italiani: secondo gli ultimi dati Istat mangiamo meno e peggio di un tempo. E se la spesa media mensile è aumentata di 10 euro rispetto all’anno scorso, passando da 467 euro a 477 euro, sono sempre di più gli italiani che fanno la spesa nei discount.

Per fare una spesa sana e non cara ci sono alcuni consigli da seguire. Li ha spiegati a Repubblica il dottor Filippo Ongaro, Vice-Presidente dell’Associazione Medici Italiani Anti-Aging (AMIA).

Innanzitutto è fondamentale non rinunciare mai a frutta, verdura e pesce azzurro: del resto si tratta di alimenti non cari, soprattutto se si scelgono frutta e verdura di stagione. Per quanto riguarda il pesce i migliori sono alici, sgombri, sardine e sarde, ricchi di proteine di alta qualità e di acidi grassi omega 3, cioè quelli benefici per l’organismo.

Bastano questi alimenti per portare sulla tavola vitamine, fibre, sali minerali e antiossidanti, tutti elementi che aiutano la salute e anche la bellezza, contrastando l’invecchiamento cellulare.

Se la carne costa, e troppa – soprattutto se rossa – non fa sempre bene, si può decidere di sostituirla con i legumi, altrettanto ricchi di ferro, ma più leggeri ed economici.

Come ricorda il dottor Ongaro, diversi studi hanno dimostrato che mangiare fagioli, fave o lenticchie almeno quattro volte la settimana porta ad una riduzione del rischio di infarto del 22 per cento.

 

 

Potrebbero interessarti anche...