Metti l'ananas nel carrello, tutti i benefici del frutto esotico

Metti l’ananas nel carrello, tutti i benefici del frutto esotico

9 Giugno 2022 - di Silvia

Se c’è un frutto che più di altri rappresenta a pieno l’estate è l’ananas. Quando arriva sulle tavole sappiamo che siamo a pieno nella stagione estiva. Questo alimento offre una miriade di vitamine e minerali essenziali, tra cui vitamina C, acido folico, calcio, magnesio e potassio. E’ una fonte di antiossidanti e fibre intestinali. La sua fama è però legata alla bromelina, un gruppo di enzimi che si trova nelle piante di bromelia (incluso l’ananas) che vanta proprietà antinfiammatorie. Per 165 grammi del frutto ci sono 83 calorie, < 1 grammo di proteine, < 1 grammo di grasso, 22 grammi di carboidrati, 2 grammi di fibra, 16 grammi di zucchero. E’ anche una fonte di vitamina C.  Vediamo i benefici del frutto.

Gli antiossidanti dell’ananas, tra cui la vitamina C e i composti fenolici, proteggono il tuo cuore alleviando lo stress ossidativo, che è un importante contributo alle malattie legate al cuore, come evidenziato da un articolo di revisione del 2021 sulla rivista Frontiers in Pharmacology.

La vitamina C, che si trova nell’ananas, è necessaria per l’assorbimento del ferro, soprattutto quello non eme, che si trova nelle fonti animali e vegetali (quello eme, invece, si trova solo negli alimenti animali).

Mirtilli, ciliegie e ananas, ma anche pesce e rosmarino, sono tra i cibi estivi che possono aiutare a ridurre lo stato infiammatorio e favorire il concepimento. Tra gli alimenti che aiutano a ridurre e prevenire lo stato infiammatorio ci sono anche mele, propoli, bacche, grano saraceno, semi di chia, semi di canapa, liquirizia, semi di lino, papaia, curcuma, aglio, zenzero, tè verde, cipolla.

L’ananas ha un IG medio, il che significa che può avere un maggiore effetto sul glucosio nel sangue rispetto ad altri tipi di frutta. Facciamo chiarezza. Questo alimento ha un indice glicemico pari 66, si trova quindi tra gli alimenti con indice glicemico medio. Tuttavia, è possibile mangiare l’ananas senza causare pericolosi picchi glicemici. Un metodo efficace è quello di limitare le porzioni di ananas e soprattutto abbinarlo a proteine o grassi buoni, come noci, semi o avocado: in questo modo si limiterà gli effetti dell’ananas sui livelli di zucchero nel sangue. Foto di Pexels da Pixabay.

Tags