Categorie
benessere

Le proprietà salutari della Vitamina E e perché è importante assumerla

La vitamina E è da sempre considerata un nutriente indispensabile nella dieta. Ma nel corso degli anni sta dimostrando che i suoi benefici vanno oltre ciò che immaginavamo. Perché questa vitamina è così importate per noi? Secondo gli esperti, alcuni dei benefici della Vitamina E sono:

  • È un antiossidante: protegge il nostro corpo dai radicali liberi e di conseguenza previene l’invecchiamento.
  • Rafforza le difese immunitarie: ci aiuta a mantenere forte il nostro sistema immunitario, rendendoci meno vulnerabili alle infezioni.
  • Aiuta a prevenire l’anemia, poiché migliora la formazione dei globuli rossi.
  • Migliora la salute e previene le malattie: grazie ad un adeguato apporto di questa vitamina, possiamo prevenire malattie importanti come demenza, malattie del fegato, malattie cardiovascolari e ictus.

Alimenti ricchi di vitamina E

Raggiungere la dose giornaliera raccomandata (15 o 20 mg / giorno) è facile. Semplicemente attraverso la dieta e, fintanto che questa è varia ed equilibrata, possiamo raggiungere senza problemi le quantità necessarie. Infatti, la vitamina E viene accumulata nel fegato. Pertanto non è necessario assumerla con regolarità. Il corpo la rilascia a piccole dosi quando il suo utilizzo diventa necessario.

Quali sono gli alimenti che la contengono in modo che tu possa inserirli nella dieta con regolarità.

– Correlati:  Fai attenzione a questi sintomi: possono indicare una carenza di ferro

Olio di semi di girasole 

Il suo contenuto di vitamina E è di 48 mg per 100 grammi. Ma questo alimento è anche ricco di acido linoleico, a cui vengono attribuite azioni benefiche sulla pelle, sulle mucose, sul sistema endocrino e sul cervello. È indicato anche per tenere a bada il colesterolo.

Olio extravergine d’oliva

Gli effetti benefici di un consumo moderato di olio extravergine d’oliva sono ben noti, poiché può aiutarci a prevenire malattie importanti come l’infarto del miocardio, oltre ad evitare la formazione di calcoli biliari. Secondo studi recenti, quattro cucchiai di questo grasso sano, nel contesto di una vita sana, aiuta a prevenire l’Alzheimer. Il suo contenuto di vitamina E è di 12 mg per 100 grammi.

– Correlati:  Quali segnali ci dà il nostro corpo per dirci che stiamo mangiando troppo zucchero?

Avocado

Non è uno degli alimenti più ricchi di vitamina E, poiché contiene 3 mg per 100 grammi, ma può distinguersi per essere uno dei più nutrienti. Infatti oltre a questa vitamina ne fornisce molte altre, insieme a proteine ​​e aminoacidi essenziali. Ha la proprietà di pulire le arterie aiutando a sciogliere il colesterolo.

Correlati:  Vitamina D, uno sguardo agli alimenti che ne sono ricchi

Mandorle

Hanno 20 mg di vitamina E per 100 grammi di prodotto. Si distinguono per il loro contenuto di acidi grassi monoinsaturi, proteine ​​e minerali come calcio, potassio, ferro, fosforo e magnesio. Una piccola dose di mandorle è consigliata per le persone con problemi cardiaci, infiammazioni dello stomaco, dell’intestino o delle vie urinarie.

Nocciole

Le nocciole competono con la mandorla in termini di valore nutritivo. È la frutta secca con più vitamina E (26 mg per 100 grammi) e il suo contenuto di acidi grassi è uguale a quello dell’olio d’oliva.

Leggi anche: Magnesio: i motivi per cui questo minerale è essenziale nella dieta.

Broccoli 

Contengono 0,78 mg di vitamina E ogni 100 grammi. Non solo, i broccoli sono anche ricchi di vitamina C, B-carotene, acido folico, ferro e potassio. Hanno anche proprietà lassative, depurative, antireumatiche, antianemiche, e si dice che proteggano dal cancro grazie alla capacità di eliminare gli estrogeni in eccesso, inibendo l’azione delle sostanze cancerogene.

Spinaci

È un alimento tonico, purificante e un po’ lassativo. Gli spinaci sono molto nutrienti, in quanto contengono sostanze nutritive come vitamine A, B, C ed E (solo 2 mg per 100 grammi), clorofilla, ferro, rame, potassio, fosforo, magnesio, cobalto e calcio. 

Noci 

E’ un tipo di frutta secca ad alto valore biologico per il loro contenuto in proteine, grassi insaturi e manganese. Rispetto ad altri tipi di frutta secca, il suo contenuto di vitamina E è inferiore, 3 mg per 100 grammi, ma il consumo è più che consigliato per la nostra salute poiché cinque noci al giorno aiutano a prevenire le malattie cardiache, grazie alla presenza di omega 3 e omega 6.

Semi di girasole 

Oltre alla vitamina E (26 mg per 100 grammi) forniscono grassi insaturi, proteine, minerali e altre vitamine ad eccezione della B12. Si distinguono per l’alto contenuto di fibre, che possono aiutarci a combattere la stitichezza.