Non solo uova, altri 10 cibi fonte di proteine

Non solo uova e carne rossa, altri 10 cibi fonte di proteine

7 Gennaio 2022 - di Silvia

Le uova sono spesso sinonimo di proteine nella dieta, anche in quella dimagrante. Ma non sono certamente l’unica fonte proteica. Il dibattito sul giusto consumo di uova è tuttora aperto. Secondo uno studio pubblicato sul British Medical Journal, un consumo moderato di uova fino a uno al giorno non si associa a rischio cardiovascolare. Un altro studio pubblicato sul British Journal of Nutrition suggerisce che devono essere mangiate con moderazione, per evitare un aumentato rischio di diabete. Nel dubbio, meglio variare con altri alimenti.



Cibi fonte di proteine alternativi alle uova.

Partiamo dal semplice pollo. Chi non segue una dieta vegana può tranquillamente integrarlo nel suo regime alimentare. Inoltre è un cibo versatile, che può essere mangiato in numerosi abbinamenti. Seconde, le lenticchie, ricche di proteine e fibre. Ci sono tonnellate di diversi tipi, ognuna con un gusto e una consistenza leggermente diversi: marroni, verdi, rosse, nere. Lo yogurt greco è ricco di proteine. Puoi condirlo con frutta fresca, muesli, noci, semi, miele o agave. Al giorno d’oggi non mancano nuovi sostituti della carne, ma il semplice vecchio tofu rimane una fonte davvero eccellente di proteine vegetali per vegani, vegetariani e onnivori. I fagioli neri sono noti per il loro contenuto di fibre. Ma questo legume, popolare nei piatti messicani, è altrettanto ricco di proteine. Puoi variare anche con i fagioli azuki.

Il salmone è una fonte di proteine e acidi grassi omega-3, ma attenzione a non abusarne, soprattutto se scegli pesci da allevamento intensivo. I semi di zucca sono ricchi di grassi buoni, ma anche estremamente ricchi di proteine. Sono meravigliosi crudi o tostati. Mangiane una manciata come spuntino, mescolane un po’ nel mix di frutta o cospargine un po’ sulla zuppa o sull’insalata. Il tempeh è notevolmente più ricco di proteine. È tradizionalmente preparato con semi di soia fermentati, spesso con l’aggiunta di un grano o di semi come riso, miglio o semi di lino. Il tonno in scatola è una fonte proteica, è anche poco costoso e ricco di acidi grassi omega-3.